Il mercato del Milan non si ferma, anzi va avanti senza indugi. Dopo aver chiuso per Andrea Conti, i prossimi passi della coppia Fassone-Mirabelli saranno in direzione Dortmund, dove il Borussia ha dichiarato di voler ascoltare eventuali offerte per Pierre-Emerick Aubameyang. Il 28enne bomber del BVB è diventato un chiodo fisso per i dirigenti rossoneri, anche se in "pole position" per strappare il franco-gabonese alla Bundesliga c'è sempre il ricco club cinese del Tianjin allenato da Fabio Cannavaro. Il patron Shu Yuhui, ha già piazzato sul tavolo la sua offerta astronomica: 80 milioni di euro al club tedesco e ben 30 milioni a stagione per il calciatore. Un'offerta imbattibile che, però, ha una scadenza ben precisa. Il prossimo 15 luglio, infatti, chiude il mercato cinese e dopo quella data nessuna trattativa potrà essere portata a termine.

"All in" su Aubameyang.

Fassone e Mirabelli sperano in altri tentennamenti del giocatore e in ulteriori ritardi e, nell'attesa, studiano e pianificano le prossime mosse d'avvicinamento. Un budget importante il Milan lo ha ancora in cassa e, dovesse servire, Li Yonghong sarebbe disposto ad aumentare la liquidità messa a disposizione dei suoi uomini per tentare il colpaccio. L'ostacolo più grande riguarda l'ingaggio del giocatore. Dopo il rinnovo firmato fino al 2020, Aubameyang guadagna attualmente 4 milioni a stagione. La proposta rossonera, ovviamente molto lontana da quella cinese, sarebbe di quasi il doppio.

L'affare Lucas Biglia.

Prima di un'eventuale risposta dalla Germania, il club di via Aldo Rossi potrebbe ricevere novità importanti da Roma. L'affare Biglia è sempre caldo e il giocatore, che ha posticipato le visite mediche con la società biancoceleste e che incontrerà Lotito nelle prossime ore, vuole a tutti i costi vestire la maglia rossonera. La Lazio chiede 20 milioni di euro, il Milan si sta spingendo fino a 15. Un "gap" che è destinato a scomparire nei prossimi giorni.