Quale sarà il prossimo colpo di calciomercato del Milan? Dopo aver monopolizzato le trattative e l'attenzione dei media (10 acquisti, da Musacchio fino Biglia, con le gemme Bonucci e André Silva) i rossoneri non hanno ancora piazzato l'affondo decisivo per quanto riguarda l'attacco. Perché in prima linea che il ‘diavolo' lavora sotto traccia per regalare a Montella la classica ciliegina sulla torta di una campagna acquisti che sfiora i 200 milioni, il calciatore capace di completare una rosa già ben assestata in tutti i reparti.

Aubameyang si toglie dal mercato: Resto al Borussia.

Chi sembra destinato a uscire definitivamente dal novero delle candidature è Aubameyang. L'attaccante gabonese del Borussia Dortmund (in gol nella gara di Supercoppa di Germania contro il Bayern Monaco) ha di fatto chiuso la porta al Milan e a qualsiasi altra squadra con i pensieri espressi nell’intervista a Welt Am Sonntag. Nessuna possibilità che lasci i giallorossi, resterà in Westfalia anche nella prossima stagione. "Rimango qua, sono felice e mi sento a casa – ha ammesso l'attaccante -. Non prometto nulla a chi chiede di vincere la Bundesliga. Il Bayern è ancora davanti, ma ce la possiamo giocare".

Il retroscena del no alla trattativa con i cinesi.

Aubameyang ha anche rivelato un retroscena di mercato, confermando le voci che lo avrebbero voluto diretto verso la Cina. Cosa ha fatto cambiare idea al calciatore nonostante i tanti soldi in ballo per l'operazione? Alcuni particolari che lo avrebbero infastidito, come raccontato al giornale tedesco.

E' normale pensare alla Cina, soprattutto quando ti offrono così tanti soldi – ha chiarito il giocatore -. Non mi sono piaciute, però, le difficoltà con cui hanno trattato, per esempio, l’attaccante del Colonia, Modeste. Per parlare con me bisogna essere chiari. Così ho deciso di metterli da parte.

Da Diego Costa a Ibrahimovic, i nomi per l'attacco milanista.

Diego Costa è il nome caldo delle ultime ore nel calciomercato del Milan: lo spagnolo arriverebbe con la formula del prestito annuale oneroso. La trattativa per Kalinic è in stand-by, nonostante l'accordo con il croato sia già tracciato per sommi capi. Belotti piace (ancora) molto ma la reticenza di Cairo e una clausola rescissoria di 100 milioni sono ostacoli duri da superare. Falcao del Monaco (via Jorge Mendes, il potente agente che cura anche gli interessi di CR7) è un'altra delle opzioni sul tavolo assieme alla punta del Chelsea. Ibrahimovic è molto più di una suggestione, considerato il gradimento dell'ambiente e soprattutto il carisma dello svedese attualmente in fase di recupero a causa dell'infortunio al ginocchio rimediato in Europa League con il Manchester United.