Il Barcellona cala il poker al Valencia e si riavvicina alla vetta della Liga. Si è concluso con il punteggio di 4-2 il posticipo della 28a giornata con i catalani che trascinati da uno strepitoso Messi si sono riportati a due lunghezze di distanza dalla capolista Real Madrid che ha una partita da recuperare. Prova di forza e di carattere per i blaugrana, prossimi avversari della Juventus ai quarti di Champions League. I Pipistrelli, con Zaza inizialmente in panchina, si sono infatti portati in vantaggio con Mangala, incassando però il ritorno rabbioso dei padroni di casa.

Serata da record per Messi.

Suarez ha firmato la rete del pareggio (la 22a del suo campionato) per un Barça che nel finale di primo tempo ha approfittato della superiorità numerica per l’espulsione proprio di Mangala, segnando con Messi dal dischetto il gol del 2-1. Nemmeno il tempo di esultare per gli uomini di Luis Enrique ed ecco la doccia fredda con il pareggio lampo di El Haddadi. Quella di Messi però è stata una vera e propria serata di grazia e infatti in avvio di ripresa la Pulce è salita in cattedra segnando il gol numero 25 del suo campionato: pioggia di record per l’argentino che ha segnatola 100a doppietta con il Barça raggiungendo per l’ottava stagione consecutiva i 40 gol complessivi in stagione. Numeri da marziano dunque per la stella del Barcellona che ha chiuso poi i conti con André Gomes. Serata da dimenticare per Zaza che entrato in campo nella fase finale del match non è riuscito a lasciare il segno.

Atletico, 3 gol per stendere il Siviglia.

Una vittoria che, come si suol dire, vale doppio per l’Atletico Madrid. Nella sfida pomeridiana della 28a giornata di Serie A, la squadra di Simeone davanti al proprio pubblico ha battuto 3-1 il Siviglia in un delicatissimo scontro diretto. In palio il ruolo di terza forza della Liga che, in virtù di questo risultato, è ancora occupato dagli andalusi alla terza gara senza , con soli 2 punti di vantaggio sui Colchoneros reduci da una striscia positiva di 3 vittorie consecutive. A decidere il match ci hanno pensato i gol di Godin, di Koke e soprattutto di Griezmann. Una perla quella del francese che ha firmato il 2-0 con una perla su calcio di punizione. Le Petit Diable ha segnato 13 gol nel 2017: solo Suarez ha fatto meglio senza rigori, segnando 14 volte. Inutile per la formazione di Sampaoli la rete di Correa. Nota stonata della giornata per Simeone l'infortunio di Vrsaljko dopo un minuto di gioco, stagione finita per il croato.