Se Leonardo Bonucci dovesse trasferirsi al Milan dalla Juventus sarebbe uno dei colpi del mercato estivo italiano? Certamente. Si tratterebbe di un divorzio nato dal nulla o ci sono delle situazioni irrisolte tra il calciatore e il club campione d'Italia che hanno portato a questa soluzione? Anche in questo caso la risposta è positiva, soprattutto se pensiamo che lo scorso anno la Juventus ha respinto  al mittente le avences del Manchester City di Pep Guardiola al City e del Chelsea di Antonio Conte, che avrebbe fatto follie per portarlo al Chelsea. Quando pensiamo alla squadra bianconera vincitrice degli ultimi 6 scudetti una delle facce già emblematiche è quella di Leonardo da Viterbo ma qualcosa sembra essersi rotto.

Uno dei punti di rottura di una storia durata sette anni potrebbe essere ricondotto a quell'esclusione contro il Porto di febbraio in seguito al diverbio con Massimiliano Allegri dopo la gara con il Palermo. Qualcosa potrebbe essersi rotto davvero e il rapporto non si è più risanato. Le voci trapelate dopo la finale di Cardiff su quello che è successo nello spogliatoio nell'intervallo potrebbero essere solo la punta di un iceberg che ora si sta sciogliendo definitivamente.

Oltre alle frizioni con Allegri potrebbe esserci anche una questione di motivazioni e di stimoli dopo sei anni di vittorie: Leonardo Bonucci è un calciatore che ha voglia di scommettere su se stesso e potrebbe decidere di farlo ripartendo dalla maglia rossonera e sposando il progetto della nuova società cinese.

Le alternative sono già in casa.

La Juventus non ha fatto muro come lo scorso anno con i club stranieri e sta parlando con il Milan ma non ci si smuove dalla quotazione base del centrale della Nazionale, che si aggira attorno ai 40/45 milioni di euro. Il Milan avrebbe messo sul tavolo il cartellino di Mattia De Sciglio, pupillo di Allegri, più 35 milioni ma la società bianconera non si smuove dalla cifra iniziale.

Intanto si parla già delle alternative: la Juventus può contare su Mehdi Benatia e Daniele Rugani e da prossimo anno ci sarebbe anche Mattia Caldara. Se davvero dovesse concretizzarsi il passaggio di Bonucci al Milan no né detto che nella mente dei dirigenti bianconeri non torni di moda un nome che piace da sempre, ovvero Kostas Manolas. Siamo nel campo delle ipotesi ma, come si dice, "mai dire mai".