Si riparte da Montella ma anche da tanti soldi freschi a disposizione da poter spendere nel prossimo mercato estivo. Il Milan 2.0, targato Cina ha queste prospettive che piacciono tantissimo ai tifosi. Un ‘tesoretto' che potrebbe rinforzare l'armata milanista proiettata al rientro in Coppa, attraverso l'Europa League che dopo il pareggio in extremis nel derby ha il sapore di una conquista importante e soprattutto meritata. Tanto che adesso i rumors indicano nomi di primo piano, campioni nel taccuino degli osservatori rossoneri che verranno monitorati e contattati. Come Kovacic e Benzema del Real Madrid, ma anche Aubameyang del Borussia, o Musacchio del Villarreal.

Subito squadra più competitiva – Tanti nomi, un unico obiettivo: rendere il Milan ancora più competitivo e completo. La squadra rossonera se riuscirà a qualificarsi per l'Europa League riceverà in cambio un calciomercato da protagonista. Nessuna promessa dalla nuova proprietà cinese ma l'idea di fondo resta questa. Un ulteriore passo verso la rinascita sportiva che poi dovrebbe camminare di pari passo con l'evoluzione e il rilancio del brand in tutto il mondo. Un progetto diametralmente opposto a quello di Suning che sta già investendo sul marchio e nella sua diffusione, in attesa di ottenere anche risultati sul campo.

150 milioni di tesoretto – Il budget a disposizione del nuovo Milan cinese dovrebbe aggirarsi intorno ai 130 milioni di euro con 50 milioni attualmente già in cassa. Un tesoretto importante che vedrà Fassone e Mirabelli dover lavorare con serenità ma anche gestendo le varie situazioni senza sperperare, facendo fruttare cessioni in prestito, soluzioni con diritto di riscatto, parametri zero. Nel mirino ci sono un bomber, due centrocampisti ed un difensore centrale da affiancare a Romagnoli. Per desiderio espresso di Montella che resterà alla guida dei rossoneri.

Attacco senza Bacca – Morata, Benzema, Lacazette ed Aubameyang sono i principali pretendenti a subentrare a Carlos Bacca oramai con la valigia pronta. La cessione del colombiano dovrebbe portare qualcosa tra i 20 e i 25 milioni di euro, almeno così sperano al Milan. Sull'ex Juventus c'è concorrenza stretta soprattutto da parte del Chelsea, sul francese del Lione invece è l'Atletico Madrid a calcare la mano, mentre per l'ex Milan pesano più i soldi di Liga o Premier. Il colpo più semplice, dunque potrebbe essere Benzema, che è in uscita dal Real Madrid e a Milano arriverebbe volentieri.

Centrocampo e difesa – In mediana, i soliti nomi: due tra Fabregas, Luiz Gustavo, De Rossi e Kovacic. Giovani e vecchie glorie, l'idea principe sarebbe prendere una chioccia e un futuro campione. L'ex Inter piace moltissimo e tempo fa era già entrato nel giro di mercato rossonero. A Madrid non lascia nulla se non l'amarezza di non essersi mai integrato realmente. In difesa ecco Musacchio del Villarreal che piace moltissimo a Montella, ma c'èil costo alto del cartellino, 15 milioni di euro.