Le voci su un suo possibile addio alla Juventus, sono state spazzate via con il rinnovo del contratto con la Juventus fino al 2020. Il rapporto tra Massimiliano Allegri e la Vecchia Signora è più solido che mai nonostante qualche piccola crepa nel finale della scorsa stagione, e i tentennamenti del mister che, per sua ammissione, dopo la finale di Cardiff ha valutato l'idea di mollare. Alla fine però tutto è stato superato con una stretta di mano e la volontà di proseguire insieme. Cosa potrebbe accadere però in caso di flop bianconero, a fine stagione? In questo caso l'ipotesi di una separazione come spesso accade in questi casi, potrebbe essere presa in considerazione, e a tal proposito ecco spuntare i nomi dei possibili eredi di Max, tra cui spicca anche Simone Inzaghi.

Simone Inzaghi possibile erede di Allegri alla Juventus.

Secondo quanto riportato da Repubblica, in caso di una possibile rottura a fine annata tra la Juventus e Allegri, i bianconeri potrebbero virare su Simone Inzaghi. Il giovane allenatore classe 1976 si è reso protagonista dal 2016 alla guida della Lazio di un ottimo lavoro.

Perché Inzaghi piace alla Juve.

Nonostante le difficoltà, l'ex attaccante è riuscito a plasmare un gruppo competitivo, inserendo anche in prima squadra numerosi giovani interessanti. Spogliatoio compatto e squadra che gioca un buon calcio, con una finale di Coppia Italia persa proprio contro la Juve nella scorsa stagione, e soprattutto la Supercoppa messa in bacheca poche settimane fa, prendendosi una bella rivincita contro i bianconeri

Quanto vale Simone Inzaghi e quanto guadagna.

Simone Inzaghi ha un contratto con la Lazio fino al 2020, stessa durata dunque di quello di Massimiliano Allegri con la Juventus. Le cifre legate agli stipendi dei due sono però molto diverse. Se il tecnico toscano della Juve è il più pagato in Serie A con 7 milioni di euro, il collega si trova al settimo posto in questa speciale classifica con 1.3 milioni di euro. In caso di risoluzione del contratto tra Allegri e i bianconeri, e assalto dunque al mister dei capitolini, la Juve dovrà fare i conti con le richieste tutt'altro che basse del presidente Lotito che non ha inserito clausole rescissorie nel nuovo contratto con il suo allenatore

I possibili sostituti di Allegri alla Juventus in futuro.

I tifosi bianconeri possono ovviamente fare gli scongiuri, visto che una separazione tra Allegri e la Juve potrebbe concretizzarsi solo in caso di stagione flop. In questo caso la dirigenza di corso Galileo Ferraris potrebbe valutare diversi profili, tra i quali oltre a Inzaghi c'è anche quel Paulo Sousa già da tempo nel mirino dei bianconeri. Quest'ultimo sarebbe un obiettivo più facilmente raggiungibile essendo fermo ai box dopo la tutt'altro che positiva conclusione della sua esperienza a Firenze.