Il suo nome è stato al centro di uno dei tormentoni di calciomercato più caldi dell'estate. Ivan Perisic sembrava davvero ad un passo dal trasferimento al Manchester United che a più riprese ha tentato l'affondo con l'Inter. ma, alla fine, però tutto si è concluso con un nulla di fatto e l'esterno croato ha  rinnovato con il club nerazzurro e soprattutto una clausola rescissoria che dovrebbe rappresentare un muro invalicabile per i Red Devils e gli altri club della Premier League.

Ivan Perisic rinnova fino al 2022.

L'Inter con una nota sul sito ufficiale rende noto l'accordo per il rinnovo del contratto di Perisic: il nuovo vincolo legherà l'esterno offensivo croato alla società meneghina per altre due stagioni rispetto al precedente, ovvero fino al 2022. Ecco il comunicato

FC Internazionale Milano è felice di annunciare il prolungamento del contratto di Ivan Perisic, che continuerà a vestire i colori nerazzurri fino al 30 giugno 2022.

Nato a Spalato il 2 febbraio 1989, Ivan arriva all'Inter nella stagione 2015-2016: 81 presenze tra Serie A, Coppe nazionali ed Europa League e 20 reti con la nostra maglia finora. Ma non finisce qui…

Le cifre del nuovo contratto di Perisic.

Grazie al nuovo contratto Perisic farà un bel salto in avanti anche dal punto di visto economico: il numero 44 passerà dal guadagnare 3 milioni di euro a 4 più bonus a stagione. Queste cifre lo faranno il secondo giocatore più pagato della rosa alle spalle di Mauro Icardi che ne percepisce 4.5 più bonus.

La clausola anti United nel contratto del croato.

Secondo le indiscrezioni provenienti dalla Premier League, nel nuovo contratto di Perisic con l'Inter potrebbe esserci una clausola rescissoria importante, che potrebbe aggirarsi sui 70 milioni di euro. La stessa però sarebbe riservata a tutti i club meno che a quelli della Premier: un modo per cautelarsi, e rendere dunque vano un nuovo assalto del Manchester United.

Perisic: Stress estivo, ora sono felice.

L'esterno croato, ai microfoni di Inter Channel, ha parlato degli ultimi mesi e del colloquio avuto con Spalletti che lo ho portato a rinnovare con il club nerazzurro

Per tanto tempo non ho rilasciato dichiarazioni, ora posso dire che con il mister abbiamo parlato già dalla preparazione e mi ha detto che con lui potrò essere un Ivan migliore. Anche Handanovic me ne ha parlato bene. Le prime due partite sono state positive, ora dobbiamo continuare così. I tifosi sono sempre tantissimi, sarà più facile con il loro supporto.