Non tira una buona aria tra l'Inter e Ivan Perisic: il laterale croato ha chiesto e ottenuto di anticipare la partenza dal ritiro di Riscone per motivi personali. Rispetto ai suoi compagni di squadra, che nel pomeriggio saranno impegnati in amichevole contro il Norimberga, lui è partito in tarda mattinata per sottoporsi ad una visita dal dentista di fiducia in Croazia. La versione ufficiale fornita dalla società è la seguente: "Ascesso dentale nella notte per il giocatore, che sarà indisponibile per la gara di questo pomeriggio contro il Norimberga. L'ex Wolfsburg si sta recando in questi minuti in Croazia dal proprio dentista di fiducia".

I maligni potrebbe subito pensare ad una separazione in vista e una martedì potrebbero già arrivare i primi segnali: Perisic partirà per la Cina con l'Inter o lo United alzerà l'offerta e ricucirà ad acquistarlo subito? Il futuro dell'esterno offensivo croato verrà deciso in queste ore e anche Walter Sabatini nella conferenza stampa di ieri ha confermato la volontà del club di volerlo tenere ma la situazione che riguarda Ivan Perisic è complessa. L'addio sembra vicino ma la società nerazzurra ritiene che Perisic non valga meno di 55 milioni di euro e altre offerte non verranno considerate.

Inter, rientro anticipato da Brunico per un ordigno.

Cambiamento di programma per la squadra di Luciano Spalletti che lascerà il ritiro di Riscone di Brunico al termine dell'amichevole di oggi contro il Norimberga per la chiusura di un tratto dell'Autostrada A22 a causa del disinnesco di un ordigno bellico nel comune di Campo di Trens nella mattinata di domenica 16 luglio.

Festa Inter a Riscone di Brunico.

Serata di festa a Riscone di Brunico, dove è andata in scena la presentazione dell'Inter ai tifosi all'interno del Village adiacente i campi di allenamento del centro sportivo. La serata nerazzurra doveva tenersi l'8 luglio ma sulla località altoatesina si è abbattuto un nuovo temporale che ha reso impossibile la realizzazione dell'evento per motivi di sicurezza ed ordine pubblico.

Nomi nuovi per la Beneamata: Keita e Martial.

Per rinforzare il reparto "esterni" i nerazzurri potrebbero chiedere Anthony Martial come contropartita tecnica nell'affare Perisic con il Manchester United ma la vera alternativa al potrebbe essere rappresentata da Keita Baldé che, però, è sempre nel mirino di Juventus e Milan. I nerazzurri proveranno nelle prossime ore a sondare il terreno visti gli ottimi rapporti con l'agente Roberto Calenda e sottrarre alla concorrenza un calciatore molto interessante. Il Red Devils hanno pagato Martial circa 76 milioni di euro dal Monaco nel 2015 ma il giocatore non ha mai convinto totalmente all'Old Trafford e, secondo quanto riporta Premium Sport, sarebbero disposti a cederlo solo in prestito.