È andata proprio come ci si aspettava: Kylian Mbappé ha timbrato il cartellino alla sua prima gara con il Paris Saint-Germain e l'intesa con i compagni di reparto sembra già di altissimo livello. Il giovane francese ha giocato dal primo minuto nella sfida con il Metz e con la sua rete al minuto 60′ ha indirizzato la gara per la squadra di Unai Emery, che da qualche minuto era in superiorità numerica per l'espulsione di Assou-Ekotto.

Un tiro di destro dal limite che non lascia scampo al portiere del Metz, Kawashima, facendo esplodere i tifosi presenti allo Stade Municipal Saint-Symphorien e tutti i suoi compagni che corrono subito ad abbracciarlo. L'ex Monaco aveva provato a servire Neymar con un tocco sotto ma il marcatore del brasiliano era riuscito ad anticiparlo: Mbappé si fionda sul pallone vagante e scarica un destro violento che fa gonfiare la rete e riporta in vantaggio i suoi.

Doppietta di Cavani, Neymar e Lucas: è festa PSG.

Dopo la rete di Mbappé la partita è scivolata via agilmente ma prima i parigini avevano fatto fatica a trovare spazio tra le maglie della difesa del Metz: Cavani era riuscita a sbloccarla al 31′ dribblando che i portiere ma Reviere aveva messo conti a posto con un colpo di testa ravvicinato. Il momento spartiacque è la rete del giovane francese ma da annotarsi la realizzazione di Neymar, che riceve palla da Rabiot e calcia dal limite sul secondo palo. Nel finale c'è tempo per la doppietta di Cavani, servito involontariamente di gomito da Mbappé, e la rete di Lucas Moura, che appoggia comodamente in rete un assist di Meunir. El Matador sale a quota 7 nella classifica cannonieri, affiancando Falcao, mentre Neymar insegue a 4.

Emery a le 4 stelle: Ney, Mbappé, Cavani e Draxler.

Il tecnico basco ha messo in campo la sua squadra con un 4-2-3-1 con Cavani unica punta supportato da Draxler, Mbappé e Neymar. I due mediani scelti per fare le due fasi sono Rabiot e Thiago Motta mentre davanti ad Areola ha piazzato Meunir, Marquinhos, Kimpembe e Berchiche. Una squadra a trazione anteriore che non dovrebbe avere troppi problemi in Ligue 1 ma il vero obiettivo di Nasser Al-Khelaïfi è la Champions League.