Martin Demichelis ha annunciato il proprio ritiro dal calcio giocato. Il difensore argentino, attualmente in forza agli spagnoli del Malaga, lo ha comunicato dalla sala stampa de La Rosaleda: "Quel giorno arriva per tutti ed è arrivato anche per me, siamo alla fine", ha spiegato Demichelis, "Devo essere onesto con me stesso, ho perso forza nelle gambe e la capacità di concentrazione. A partire da adesso", ha concluso il difensore trentaseienne, "sarò solo un tifoso in più di questo club che mi ha dato tanto e dove sognavo di chiudere la carriera oltre al River Plate".

L'addio dopo vent'anni di carriera. Cresciuto nelle giovanili del Renato Cesarini, nel 1998 è arrivato al River Plate dove ha vinto due campionati argentini prima di passare nel Bayern Monaco nel 2003. Da allora, una lunga carriera in maglia bavarese, seppur costellata da diversi infortuni: 259 presenze e 15 reti, vincendo quattro campionati, quattro coppe di Germania, due coppe di Lega ed una supercoppa. Nel gennaio 2011, il suo primo trasferimento al Malaga, dove resterà fino al 2013. Nell'estate dello stesso anno passa all'Atlético Madrid a parametro zero, ma appena un mese dopo e senza essere mai sceso in campo con la maglia dei colchoneros, viene ceduto al Manchester City. Tre stagioni, un campionato e due coppe di lega prima di passare, lo scorso anno, all'Espanyol. A gennaio di quest'anno, è tornato infine al Malaga, dove ha deciso di chiudere la carriera.

Diversa la carriera in Nazionale. Demichelis ha collezionato 50 presenze e segnato anche due reti (contro Australia in amichevole e Grecia ai mondiali 2010), ottenendo ben tre secondi posti in tre competizioni diverse: nella Confederations Cup 2005 (sconfitta 4-1 dal Brasile), ai Mondiali 2014 (sconfitta 1-0 dalla Germania ai supplementari) ed infine alla Coppa America 2015 (sconfitta dal Cile ai rigori).