Sarri: “Abbiamo sbagliato l’approccio. I calciatori forse sono un po’ appagati”

Sarri è stato abbastanza duro con i propri calciatori che non hanno avuto il giusto approccio alla partita, e se in campionato è stato più semplice recuperare con l'Atalanta e sistemare le cose con il Bologna non è stato così con lo Shakhtar

Abbiamo avuto un approccio che non è stato giusto, ciò è successo per la terza volta consecutiva. In campionato siamo riusciti a recuperare, ma in una competizione così importante non è facile. Abbiamo disputato venti minuti scadenti e non siamo riusciti a rimediare. Non siamo riusciti a pressare bene in zona alta e abbiamo perso le distanze a centrocampo. Non ha creato tante palle gol, ma ci hanno creato dei problemi. Non siamo riusciti a sporcargli l'azione mai.

Mertens e Hamsik

Il tecnico toscano si è poi soffermato sui singoli ed ha parlato di Mertens e Hamsik. Il primo è partito dalla panchina, mentre il secondo per la sesta volta su sei è stato sostituito

Mertens? Mi accusate di non far giocare mai Milik e l'ho fatto rifiatare. Lui è uno scattista e non può giocare 55 partite all'anno. Se fosse entrato sullo 0-1 magari poteva aiutarci a rimediare, ma è entrato quando eravamo sotto di due gol. Hamsik non è brillantissimo, ma può succedere a tutti i giocatori. Oggi l'ho visto più brillante rispetto alle ultime partite. In questo momento bisogna dare qualcosa a Marek, perché so che ci ripagherà sicuramente. Ha bisogno di tempo per arrivare nella condizione ideale ed ha bisogno di giocare ed è giusto insistere su di lui.

Sarri, il Napoli è appagato

Il Napoli non sembra brillante fisicamente, ma per Sarri il problema non è fisico ma mentale. Perché i suoi giocatori dopo aver eliminato il Nizza si sono un po' rilassati: "Il playoff è stato molto faticoso soprattutto al livello mentale e questo ci ha dato un grande appagamento e stiamo pagando questo".

Sarri: "Abbiamo sbagliato l'approccio. I calciatori forse sono un po' appagati"

Napoli battuto 2-1 dallo Shakhtar.

Perde all'esordio in Champions League il Napoli, che cade a Kharkiv contro lo Shakhtar Donetsk. Nel primo tempo segna Taison, nella ripresa raddoppia Ferreyra, che sfrutta un erroraccio di Reina. Non basta il rigore di Milik a Sarri, che ora deve già rincorrere. Nell'altra partita del girone 4-0 del Manchester City al Feyenoord.

Napoli battuto 2-1 dallo Shakhtar

Milik si divora il 2-2.

Dopo il palo di Ferreyra, il Napoli ha la palla del 2-2. Milik stoppa benissimo, si gira bene, ma calcia altissimo. Sfuma una grande chance per la squadra partenopea.

Milik si divora il 2-2

Milik su rigore, il Napoli accorcia con lo Shakhtar.

Fallaccio di Stepanenko su Mertens, rigore netto. Il belga resta a terra qualche minuto poi si rialza un po' dolorante. Dal dischetto Milik spiazza Pvyatov e segna. Secondo gol stagionale per il polacco, quinto complessivo con il Napoli in Champions. Shakhtar 2 Napoli 1.


Rovesciata di Sergio Ramos, 3-0 Real.

Questa volta Sergio Ramos non segna nel finale e non segna di testa, ma al 65′ con una rovesciata d'autore. Bello l'assist di Bale. Real Madrid 3 APOEL Nicosia 0.


Errore di Reina, raddoppia Ferreyra: 2-0 Shakhtar.

Cross di Stepanenko, Reina valuta malissimo il pallone e per Facundo Ferreyra è facilissimo segnare. Shakhtar 2 Napoli 0. Ora è durissima per la squadra di Sarri, che toglie Hamsik e manda in campo Mertens.


Furia Ronaldo.

Fa il diavolo a quattro Cristiano Ronaldo e protesta per un fallo di mani di Roberto Lago, che l'arbitro alla fine assegna al Real Madrid. Dal dischetto CR7 raddoppia.

Furia Ronaldo

All’intervallo Napoli sotto con lo Shakhtar.

Un gol di Taison decide il match tra Shakhtar Donetsk e Napoli, che ha iniziato male la partita, ma che si è ripreso nel finale di tempo. Un gol di Cristiano Ronaldo regala il vantaggio al Real sull'APOEL Nicosia, mentre sono sull'1-1 Lipsia e Monaco.

Vincono tutte le squadre inglesi: 3-0 del City al Feyenoord (Stones, Aguero e Gabriel Jesus), il Liverpool 2-1 sul Siviglia (Firmino e Salah) e il Tottenham 2-1 sul Dortmund (Son, Yarmolenko e Kane).

All'intervallo Napoli sotto con lo Shakhtar

Gol di Salah, Liverpool-Siviglia 2-1.

Il Liverpool ad Anfield Road ribalta il risultato con il Siviglia, passato con Ben Yedder. Il brasiliano Firmino pareggia, Salah al 37′ firma il gol del 2-1. Nel finale Firmino sbaglia un calcio di rigore.


Lo Shakhtar rischia una clamorosa autorete.

Napoli vicino al pari. Ghoulam crossa dalla trequarti, Ordets interviene sul pallone nel tentativo di anticipare Milik calcia malissimo e colpisce malissimo. Il pallone rischia di finire nella porta di Pyatov, che si salva per una manciata di centimetri.

Lo Shakhtar rischia una clamorosa autorete

RB Lipisa-Monaco 1-1.

Botta e risposta a Lipsia tra la squadra di casa e il Monaco. L'RB passa con lo svedese Forsberg, che segna il primo gol di sempre della squadra tedesca in Champions League. Il Monaco di Jardim, semifinalista lo scorso anno, però trova subito il pari con il belga Tielemans.


Prodezza di Kane, 2-1 Tottenham sul Borussia.

Gol da centravanti vero di Harry Kane, che prende palla a metà campo s'invola con una forza disumana verso l'area del Borussia Dortmund ci entra e con un tiro potente non lascia scampo a Burki. Tottenham 2 Borussia Dortmund 1.


CR7, Real Madrid 1 Apoel Nicosia 0.

Dopo 31 giorni di inattività torna in campo e lo fa a modo suo Cristiano Ronaldo che segna l'1-0 del Real contro l'APOEL Nicosia.


Gran gol di Yarmolenko, pareggio del Borussia.

Con un fantastico tiro all'incrocio dei pali il Borussia Dortmund trova il pari a Dortmund, gol dell'ucraino Yarmolenko.


Taison, 1-0 dello Shakhtar.

Gol di Taison, il Napoli è sotto con lo Shakhtar. La squadra di Sarri è molle ed è lenta, lo Shakhtar imbastisce una bella azione e fa quello con vuole. In ritardo arrivano Ghoulam e Zielinski, Taison dal limite dell'area di rigore calcia in porta e sorprende Reina, 1-0 per gli ucraini.


Uno-due City al Feyenoord.

Il Manchester City parte forte e rapidamente segna due gol al Feyenoord con Stones al 2′ e Aguero al 10′.


Son, 1-0 Tottenham.

A Wembley dopo meno di quattro minuti passa il Tottenham con il Borussia Dortmund con un gran gol di Son. Il coreano fugge sulla fascia, entra in area di rigore e con una gran botta non lascia scampo a Burki, 1-0 Spurs.


La 1a occasione è di Milik.

Con una rapida ripartenza il Napoli trova Milik, l'attaccante polacco entra in area di rigore e con un gran tiro prova a superare Pyatov. La mira dell'ex Ajax non è precisa. Pallone al lato.

La 1a occasione è di Milik

Arriva la pioggia e Milik cambia scarpe.

Pochi secondi prima del fischio d'inizio ha cambiato le scarpe Arkadiusz Milik, oggi in campo al posto di Mertens. L'arrivo della pioggia ha portato al cambio di scarpe il giocatore polacco. Di fatto un autentico pit stop.

Arriva la pioggia e Milik cambia scarpe

Via.

Inizia Shakhtar-Napoli.

Via

Shakhtar-Napoli, le formazioni: fuori Mertens, giocano Milik, Zielinski e Diawara.


Come vedere in tv e streaming Shakhtar-Napoli.

Il match tra Shakhtar Donetsk e Napoli sarà trasmesso in diretta e in esclusiva da Mediaset Premium e andrà in onda sul canale Premium Sport alle ore 20:45, l'incontro sarà mandato in onda naturalmente in HD. L'esordio degli azzurri nella fase a gironi della Champions sarà visibile anche su Premium Play. L'incontro sarà commentato da Massimo Callegari.


Le probabili formazioni di Shakhtar-Napoli.

Sarri cambierà qualcosa rispetto alla vittoriosa sfida di Bologna. In avanti troverà spazio sicuramente Milik, ma non si sa ancora se finirà in panchina Mertens o Insigne, poco brillante nelle ultime settimane. Di sicuro cambierà qualcosa anche a metà campo. Hamsik non si tocca, al suo fianco potrebbe esserci anche Diawara. Mentre in difesa uno degli esterni potrebbe riposare.

Le formazioni di Shakhtar-Napoli

Shakhtar (4-2-3-1): Pyatov ; Srna, Ordec, Rakitskiy, Ismaily; Fred, Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard; Ferreira. All. Paulo Fonseca

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Hamsik, Jorginho, Diawara; Callejon, Milik, Mertens.


Shakhtar-Napoli.

Il Napoli per il secondo anno consecutivo inizia il suo percorso nella fase a gironi della Champions League dall'Ucraina. Lo scorso anno l'avventura iniziò con una vittoria per 2-1 in casa della Dinamo Kiev. La banda Sarri spera di ripetersi in tutto e per tutto. Lo Shakhtar è una squadra esperta, ostica e non è un cliente così facile come può apparire. Dal primo minuto potrebbe giocare Milik che potrebbe mandare in panchina Lorenzo Insigne, parso un po' sottotono a Bologna dopo le eccessive critiche che ha subito nel post Spagna-Italia. Se fosse così Mertens tornerebbe a giocare sulla fascia.