Fine match, Lazio-Juventus 0-1.

Termina il match dell'Olimpico: un lampo di Khedira mantiene la Juventus a punteggio pieno in testa alla classifica dopo due giornate. Lazio arrembante ma pasticciona.


Esordio per Pjaca.

Esce Dybala, dentro Pjaca che fa il suo esordio in maglia bianconera.


Forcing biancoceleste.

La Lazio prova a spingere alla ricerca del pari, ma è più confusionaria che lucida. Juventus che si difende abbastanza facilmente.


Lazio vicina al pari con Patric.

Biancocelesti pericolosissimi: Immobile prova la conclusione da fuori area, il suo tentativo diventa però un assist per Patric che ci prova con una bella girata. Provvidenziale chiusura in angolo di Benatia!


Juventus in vantaggio con Khedira!

Juventus in vantaggio! A segno Sami Khedira! Grande assist di Dybala per il tedesco che aggancia il pallone in area ed insacca alle spalle di Marchetti!


Ancora Juve vicina al gol.

Grande azione della Juventus, con Khedira che apre per Dybala: passaggio per Mario Mandzukic che ci prova ma la palla esce fuori di un soffio!


Doppia chance per la Juventus.

Spinge sull'acceleratore la Juventus: prima Marchetti respinge come può su Mandzukic, poi Dybala incrocia di pochissimo a lato!


Ottima occasione per Mandzukic.

Splendido traversone di Alex Sandro per Mario Mandzukic, anticipato di un soffio prima che potesse colpire di testa. Cresce la Juventus.


Si riparte all’Olimpico.

Via al secondo tempo di Lazio-Juventus.


I tifosi della Juve espongono uno striscione per il figlio di Bonucci.

Striscione dei tifosi bianconeri per Leonardo Bonucci: il difensore bianconero ha saltato il match di oggi contro la Lazio per motivi personali, ma si parla di problemi di salute del figlio di soli due anni. Non si sa altro, anche se si parla di una patologia acuta: la famiglia del calciatore ha chiesto comunque il massimo della privacy.


Fine primo tempo, Lazio-Juventus 0-0.

Termina la prima frazione di gioco tra Lazio e Juventus: si va a riposo a reti inviolate.


Ammonito Alex Sandro.

Fallo dell'esterno bianconero su Lulic a metà campo: scatta il giallo. Intanto, è rientrato Dani Alves.


Qualche problema per Dani Alves.

Il brasiliano della Juventus resta a terra dopo uno scontro di gioco con Lulic: qualche problema alla mano, viene portato fuori dai sanitari della Juventus. Si scalda Lichtsteiner, mentre Dani Alves si tiene due dita della mano destra, probabilmente colpite accidentalmente da Lulic.


Ci prova Khedira, Parolo mura il tiro.

Bell'apertura di Dani Alves per Sami Khedira: la conclusione del tedesco viene però murata da Parolo.


Gioco fermo: time out per Inzaghi.

Gioco fermo: time out per Inzaghi

Gioco interrotto all'Olimpico per un time out richiesto dall'arbitro Guida. Due minuti di tregua per i giocatori che potranno bere e prendere fiato: caldo torrido oggi all'Olimpico, dove ci sono 29 gradi con il 49% di umidità. Per la prima volta, dunque, anche in Serie A fa il "debutto" il time out dovuto alle condizioni climatiche.


Primo giallo del match.

Ammonito Radu per un fallo su Dybala. Gara che vive di fiammate.


Dybala, primo lampo bianconero.

Una buona Lazio finora, ma la Juventus al primo tentativo va vicinissima al vantaggio! Alex Sandro ruba palla a Basta e serve Dybala, che ci prova di testa: Marchetti c'è e salva i suoi.


Calcio d’inizio.

Si parte all'Olimpico per Lazio-Juventus. Osservato anche un minuto di silenzio per le vittime del terremoto che ha devastato l'Italia centrale.


Lazio-Juventus, le formazioni ufficiali: Higuain e Pjanic out.

Lazio-Juventus, le formazioni ufficiali: Higuain e Pjanic out

Confermate le indiscrezioni della vigilia. Juventus senza Higuain e Pjanic, ma con Lemina e Mandzukic in campo dal primo minuto. Modulo speculare per le due squadre: difesa a tre anche per Inzaghi, che cerca il colpaccio che manca dal 2003.


Lazio in campo con una maglia per le vittime del terremoto.

L'iniziativa biancoceleste (Foto da Twitter)

Bella iniziativa quella del club biancoceleste, che ha deciso di scendere in campo con una maglietta dedicata alle vittime del terremoto che nella notte del 24 agosto ha devastato un'ampia zona dell'Italia centrale, tra Lazio, Umbria e Marche, provocando trecento morti. La casacca biancoceleste riporta la scritta "Noi con voi" e all'interno dell'ultima "O" le lancette di un orologio che indicano le 3.36, ovvero l'ora del terremoto.


Juventus in serie positiva dal 2003 contro la Lazio all’Olimpico.

Juventus in serie positiva dal 2003 contro la Lazio all'Olimpico

Tantissimi i confronti tra Lazio e Juventus: 172 le gare ufficiali, di cui 144 in Serie A. Bilancio che vede la Juventus nettamente in vantaggio con 87 vittorie (76 in A) a fronte di 42 successi biancocelesti (32 in A) e 43 pareggi (36 in A), con 298 reti bianconere (259 in A) e 191 della Lazio (160 in A). Il confronto a Roma è altrettanto favorevole alla Juventus: 72 gare e 30 successi contro i 24 della Lazio ed i soli 18 pareggi. Netto anche il conteggio delle reti: 99 quelle bianconere contro le 88 biancocelesti.
L’ultima vittoria della Juventus lo scorso 4 dicembre 2015: 0-2 con un’autorete di Gentiletti ed un gol di Dybala. Bianconeri imbattuti da tredici confronti contro i biancocelesti all’Olimpico: l’ultimo successo dei padroni di casa risale al 6 dicembre 2003, quando Corradi e Fiore firmarono il 2-0 finale. Ultimo pareggio il 25 gennaio 2014: vantaggio di Candreva su rigore e pari firmato Llorente.


Higuain, bestia nera della Lazio: 11 reti in 6 gare.

Higuain, bestia nera della Lazio: 11 reti in 6 gare

Particolarmente prolifico Gonzalo Higuain contro i biancocelesti: la Lazio è infatti la vittima preferita dell’ex-attaccante del Napoli, che in tre anni ha segnato a ripetizione contro i capitolini. Soltanto in Serie A il Pipita ha siglato qualcosa come undici reti in sei gare, ma contando anche la Coppa Italia il bottino aumenta a dodici reti complessive contro i biancocelesti in otto gare. Ai biancocelesti Higuain ha anche segnato tre doppiette ed una tripletta, tutte in campionato.
Numeri da capogiro, ma per il Pipita sarà soltanto panchina: spazio allora su Paulo Dybala, che contro la Lazio è un altro che ha il gol facile. Cinque reti in sei partite, anche per lui la Lazio è la “vittima” preferita in carriera.


Le probabili formazioni di Lazio-Juventus.

Le probabili formazioni di Lazio-Juventus

Simone Inzaghi inaugurerà un’inedita difesa a tre con Bastos, De Vrij e Radu, a dimostrazione che contro la Juventus il tecnico biancoceleste proverà a portare a casa l’intera posta in palio. A centrocampo, una chance per Lukaku, mentre in avanti ancora fiducia a Ciro Immobile, già in gol a Bergamo all’esordio, e Felipe Anderson, con Lulic a completera il tridente. Qualche problema di formazione per Massimiliano Allegri: fuorigioco Bonucci, in campo ci sarà l’ex-romanista Benatia, mentre Higuain partirà dalla panchina: in avanti tandem Dybala-Mandzukic. Fuori anche Pjanic: dal primo minuto spazio per Lemina.

Lazio (3-4-3): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Biglia, Lukaku; Felipe Anderson, Immobile, Lulic. All. Inzaghi
Juventus (3-5-2): Buffon; Benatia, Barzagli, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Lemina, Asamoah, Evra; Dybala, Mandzukic. All. Allegri


Inzaghi vuole rompere un tabù che resiste dal 2003.

Lazio-Juventus è l’anticipo del sabato alle 18 che apre la seconda giornata della Serie A TIM 2016/2017. Biancocelesti e bianconeri, entrambi vincenti nel primo turno (rispettivamente 4-3 a Bergamo contro l’Atalanta e 2-1 contro la Fiorentina allo J-Stadium), cercano punti pesanti per continuare il buon avvio di stagione. Bianconeri che dopo la sosta per le nazionali sfideranno in casa il Sassuolo, in una sfida che arriverà pochi giorni prima della sfida di Champions contro il Siviglia (ma anche i neroverdi sono attesi dal match di Europa League contro l’Athletic Club a Reggio Emilia), mentre la Lazio è attesa dalla trasferta di Verona contro il Chievo.