Fine match, Inter-Palermo 1-1.

Primo punto stagionale per entrambe le squadre: ma se il Palermo può festeggiare un ottimo risultato, per di più dopo aver sfiorato il colpaccio, per l'Inter sono fischi.


Quattro minuti di recupero.

Si giocherà fino al novantaquattresimo a San Siro.


Spinge l’Inter.

Ci prova Banega su punizione: palla alta.


Un quarto d’ora al termine.

Punteggio fermo sull'uno a uno, quando mancano quindici minuti alla fine.


Pareggio dell’Inter con Icardi.

Splendido traversone di Candreva dalla destra, e stavolta Icardi non sbaglia: è uno a uno a San Siro!


Doppio cambio per l’Inter.

Fuori Santon e Perisic, impalpabili, e dentro Candreva e Miangue.


Inter che prova a reagire.

Traversone di Eder per Medel, ma il colpo di testa del centrocampista nerazzurro termina alto.


Problemi per Quaison che lascia il campo.

Il Palermo effettua il suo primo cambio: fuori Quaison, dolorante ad un polpaccio, e dentro Sallai.


Vantaggio del Palermo con Rispoli.

Rosanero in vantaggio con Rispoli! Tentativo dalla distanza del calciatore rosanero e deviazione decisiva di Santon che spiazza Handanovic!


Via alla ripresa.

Si riparte senza cambi a San Siro tra Inter e Palermo.


Fine primo tempo, Inter-Palermo 0-0.

Non sfonda l'Inter: il Palermo gioca bene e regge l'urto. Si va a riposo a reti inviolate.


Altro giallo per il Palermo.

Ammonito Aleesami per il Palermo dopo un'entrata dura su Eder.


Andelkovic salva il Palermo.

Buona azione dell'Inter, con Perisic che mette in area e serve Medel che calcia a botta sicura: salva sulla linea Andelkovic!


Time out, Russo ferma il gioco.

Time out, Russo ferma il gioco

Dopo il timeout di ieri in occasione di Lazio-Juventus, anche oggi a San Siro si rivede la pratica: caldo intenso, l'arbitro Russo ferma il gioco per un paio di minuti.


Primo giallo del match.

Ammonito Goldaniga per fallo su Icardi: primo sanzionato del match.


Buon approccio del Palermo.

Rosanero che giocano senza paura al cospetto di un'Inter un po' impacciata nei movimenti.


Prima occasione per il Palermo.

Punizione per i rosanero, Hiljemark mette al centro per Goldaniga: Murillo si perde la marcatura ed il difensore del Palermo impatta di testa, ma la mira è imprecisa.


Calcio d’inizio.

Si parte a San Siro per il match delle 18 tra Inter e Palermo!


Joao Mario accolto a San Siro.

Joao Mario accolto a San Siro

Il portoghese è il primo vero colpo di mercato della nuova dirigenza cinese nerazzurra: João Mário Naval da Costa Eduardo è da oggi un giocatore dell'Inter a tutti gli effetti. Pagato 45 milioni di euro, il centrocampista classe 1993 si è laureato campione d'Europa con il Portogallo all'ultimo europeo, risultando tra i migliori della formazione lusitani. Era da tempo nel mirino dell'Inter, che alla fine è riuscita a portarlo in Italia: un colpo da dieci e lode per la squadra di Frank de Boer. "L'Inter è un club di altissimo livello, voglio lavorare duro per aiutare la squadra", le prime parole di João Mário in nerazzurro, "dopo la Nazionale sarò a disposizione del mister per raggiungere insieme gli obiettivi stagionali".


Le formazioni ufficiali di Inter-Palermo.

Le formazioni ufficiali di Inter-Palermo

Confermate tutte le indiscrezioni della vigilia: Eder vince il ballottaggio con Candreva e prende posto in attacco assieme a Perisic ed Icardi. Nel Palermo, Nestorovski unica punta con Quaison sulla trequarti.


Inter-Palermo, le probabili formazioni.

Inter-Palermo, le probabili formazioni

Frank De Boer ripropone il 4-3-3 nerazzurro: sicuri di un posto nel tridente Perisic ed Icardi, mentre il terzo posto andrà ad uno tra Candreva ed Eder, con l'italo-brasiliano in vantaggio sull'ex-laziale. Santon in campo al posto di Nagatomo, ancora out. Ballardini schiera i rosanero con un 3-5-1- in cui l'unica punta sarà Nestorovski, supportato da Quaison sulla trequarti.

Inter (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon; Kondogbia, Banega, Medel; Eder, Icardi, Perisic. All. De Boer.
Palermo (3-5-1-1): Posavec; Vitiello, Goldaniga, Andelkovic; Rispoli, Hiljemark, Gazzi, Chochev, Aleesami; Quaison; Nestorovski. All. Ballardini.


De Boer, caccia ai primi tre punti.

L'Inter di Frank De Boer, dopo l'inattesa sconfitta a Verona contro il Chievo nella prima giornata di campionato, è già finita nell'occhio del ciclone. Una vittoria contro il Palermo è l'unica risposta che i nerazzurri possono dare alle critiche, anche per non perdere già da dopo due gare troppo contatto dalla vetta, occupata dalla Juve (già a +6) e seguita dal Napoli (a +4). Vantaggi minimi che lasciano il tempo che trovano dopo solo due giornate, ma che ben testimoniano che i problemi dei nerazzurri sono lontani da una soluzione. Dall'altra parte il Palermo, sorpreso dal Sassuolo che ha espugnato il Barbera con un rigore di Berardi, vuole provare l'impresa a San Siro, stadio dove non è nuovo a risultati clamorosi.