Fine match, Genoa-Milan 3-0.

Termina con un trionfo del Genoa sul Milan l'anticipo della decima giornata di Serie A: a segno Ninkovic e Pavoletti, in mezzo un autogol di Kucka. Paletta espulso ad inizio secondo tempo. Da rivedere la formazione rossonera, grande la prova dei rossoblu di Juric.


Annullato un gol a Rigoni.

Protesta il Genoa: traversone di Laxalt e Rigoni da due passi mette dentro, l'arbitro annulla tutto per presunto fuorigioco dell'attaccante rossoblu.


Genoa che dilaga, Pavoletti fa 3-0.

A segno anche Pavoletti nella serata perfetta del Grifone: apertura di Laxalt, l'attaccante genovese batte prima Romagnoli e poi Donnarumma, siglando il tre a zero che chiude definitivamente il match.


Raddoppio del Genoa, autogol di Kucka.

Azione da manuale del Genoa: Veloso apre per Lazovic, traversone al centro per Pavoletti ma deviazione decisiva di Kucka che, in scivolata, batte Donnarumma!


Venti minuti al termine.

Il Milan è bloccato sulle gambe: il Genoa amministra senza affanni, complice anche la superiorità numerica.


Milan in dieci, Montella corre ai ripari.

Montella ridisegna la squadra con il 4-4-1: fuori Bacca, dentro Gomes e subito dopo Luiz Adriano per Honda.


Rosso diretto per Paletta.

Entrata killer di Paletta su Rigoni: cartellino rosso ineccepibile per il difensore rossonero. Che guaio per Montella.


Primo cambio del match.

Il Genoa richiama Ninkovic, autore del gol, ed inserisce Lazovic.


Ci prova subito Bonaventura.

Due le conclusioni del centrocampista rossonero, entrambe dalla distanza: la prima termina di poco a lato, sulla seconda è ottima la risposta di Perin.


Via alla ripresa.

Si riparte a Marassi tra Genoa e Milan: niente cambi.


Fine primo tempo, Genoa-Milan 1-0.

Si va a riposo a Marassi: Genoa avanti uno a zero sul Milan, decide finora la rete di Ninkovic.


Cinque minuti all’intervallo.

Mancano cinque minuti al rientro negli spogliatoi: Milan in affanno.


Conclusione di Poli dalla distanza.

Ci prova il terzino destro rossonero, ma Perin c'è. Milan che si affida ora alle conclusioni dalla distanza.


Break del Milan.

Ci provano Romagnoli e Bonaventura, ma senza fortuna: prima il difensore scarica il sinistro dai 30 metri che si spegne sul fondo, poi il centrocampista prova a sua volta la conclusione, ma Perin controlla senza problemi.


Milan bloccato, Genoa che gestisce.

I rossoneri non si sono mai visti in questi primi venti minuti di gioco: il Grifone gestisce bene il pallone e non concede nulla agli avversari.


Genoa in vantaggio con Ninkovic.

Si sblocca il match di Marassi: traversone dalla trequarti di Rincon, tuffo di Ninkovic lasciato solo dalla difesa rossonera e splendida rete di testa dell'attaccante genoano!


Molto aggressivo il Genoa.

Il Grifone combatte su ogni pallone: ne sa qualcosa Niang che viene subito falciato da Izzo. Lascia correre Banti.


Calcio d’inizio.

Si parte a Marassi tra Genoa e Milan!


Genoa-Milan, le formazioni ufficiali.

Diverse novità in entrambi gli schieramenti: Juric opta per Muñoz in difesa, mentre in avanti a sorpresa c'è Ninkovic assieme a Simeone e Rigoni. Dall'altra parte, Montella fa riposare Suso e schiera Honda dal primo minuto con Niang e Bacca. Poli esterno destro al posto di Abate.


Le probabili formazioni di Genoa-Milan.

Juric, rientrato in panchina dopo il turno di squalifica scontato nel derby, ritrova Lazovic ma deve rinunciare a Gakpé, infortunato. Recuperati Ocampos e Pavoletti, che però dovrebbero partire dalla panchina. Dall'altra parte, Montella potrebbe far riposare Abate: al suo posto, Poli. Out anche Calabria ed Antonelli, spazio per Honda al posto di Suso in attacco, che affiancherà Bacca e Niang.

Genoa (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Orban; Lazovic, Rincon, Veloso, Laxalt; Rigoni, Simeone, Pandev. All. Juric.
Milan (4-3-3): Donnarumma; Poli, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Bonaventura; Honda, Bacca, Niang. All. Montella.


Montella a caccia del primato.

Genoa-Milan è l'anticipo del turno infrasettimanale valido per la decima giornata della Serie A TIM 2016/2017: i rossoneri vogliono un successo che vale la vetta della classifica almeno per una notte, con Genova ago della bilancia visto che domani la Juventus riceverà a sua volta la Sampdoria. Il Grifone, dopo lo scivolone nel derby, cerca invece il riscatto.

Il Milan non perde dall'11 settembre (0-1 contro l'Udinese), ed in trasferta bisogna risalire addirittura al 27 agosto (4-2 al San Paolo contro il Napoli). Complessivamente, nelle ultime sei giornate i rossoneri hanno vinto cinque gare (le ultime tre consecutive contro Sassuolo, Chievo Verona e Juventus) pareggiandone una sola (a Firenze). Un successo farebbe balzare dunque in vetta alla classifica la squadra di Montella, almeno fino a domani.

Il Genoa, reduce dalla sconfitta per 2-1 nel derby contro la Sampdoria, ha vinto in casa una solo match quest'anno: il 21 agosto contro il Cagliari, alla prima giornata (3-1). Dopo, tre pareggi (contro Napoli, Pescara ed Empoli), mentre il match contro la Fiorentina non è stato disputato per la copiosa pioggia su Marassi.