Juventus-Empoli 2-0, 30a vittoria di fila in casa per i bianconeri.

Nella ripresa i campioni d'Italia segnano due gol – autorete di Skorupski e Alex Sandro – e liquidano l'Empoli. Allegri sale a quota 63 punti e ottiene la 30a vittoria consecutiva in casa in campionato.

Juventus-Empoli 2-0, 30a vittoria di fila in casa per i bianconeri

Alex Sandro, 2-0 della Juve.

Con un sinistro potente, preciso e angolatissimo raddoppia Alex Sandro. 2-0 per la Juve che blinda l'incontro e secondo gol in campionato per il brasiliano.


Autorete di Skorupski, Juventus in vantaggio.

Assist favoloso di Cuadrado e colpo di testa imperioso e perfetto di Mario Mandzukic. Juventus 1 Empoli 0. Riguardano le immagini però ci si accorge che decisiva è una deviazione di Skorupski. L'1-0 non è del croato, ma è un'autorete dell'ottimo portiere polacco.


Si riparte.

Juventus e Empoli iniziano il secondo tempo.

Si riparte

Fine primo tempo.

Juventus e Empoli tornano negli spogliatoi sullo 0 a 0. Il risultato tutto sommato è giusto. I bianconeri hanno avuto un paio di occasioni, ma la squadra di Martusciello è messa molto bene in campo ed ha sofferto pochissimo.

Fine primo tempo

Empoli allineato e coperto.

La squadra di Martusciello è messa molto bene in campo e concede pochi spazi alla Juventus, che non riesce a trovare Higuain e nell'ultimo quarto d'ora ci ha provato due volte con Mandzukic.


Occasioni per la Juve.

La Juve attacca, l'Empoli si difende bene. Ma le occasioni in quest'avvio di partita non sono mancate. Ci hanno provato già Higuain, Mandzukic e Bonucci.


Bonucci abbraccia tutti.

Bonucci abbraccia tutti

Leonardo Bonucci torna in campo dopo la tribuna punitiva di Oporto. Il difensore juventino poco prima del fischio d'inizio ha abbracciato tutti i suoi compagni di squadra. Gesti che valgono più di mille parole. Lo screzio con Allegri è alle spalle e Bonucci si riprende il suo posto di leader difensivo.


Inizia Juventus-Empoli1.

Si parte.


Juventus-Empoli, le formazioni: Bonucci, Neto e Sturaro in campo, Dybala out.


L’Atalanta vince 2-0 al San Paolo.

Con una doppietta di Caldara l'Atalanta batte 2-0 il Napoli. La squadra di Gasperini sale a quota 51 e si porta ad appena tre punti dalla zona Champions.

L'Atalanta vince 2-0 al San Paolo

Pavoletti e Maggio in campo.

Sarri toglie Insigne e Hysaj, uno dei peggiori. In campo Pavoletti e Maggio.


Ancora Caldara, 2-0 Atalanta.

Gran gol di Caldara e 2-0 per l'Atalanta. Caldara inizia e finisce un'azione splendida. Spinazzola dà al difensore un assist al bacio, il giovane nerazzurro calcia al volo e non lascia scampo a Reina. Partita compromessa per il Napoli e Atalanta a tre punti dalla Champions.


Kessie espulso, Atalanta in 10.

L'ivoriano abbatte Insigne e viene ammonito per la seconda volta nel giro di pochi minuti.


Milik al posto di Hamsik.

Sarri osa. In campo Milik, fuori Hamsik. Adesso il Napoli gioca con il 4-2-3-1. Il polacco avrà alle spalle Callejon, Insigne e Mertens.


Petagna manca il 2-0.

Maksimovic buca in modo clamoroso nella trequarti del Napoli, Petagna recupera il pallone e s'invola verso la porta di Reina. Non ha pazienza il giovane bomber e decide subito di calciare in porta. Lo fa male e Reina blocca.


Si riparte.

Inizia la ripresa. Il Napoli è chiamato alla rimonta, ma non sarà facile perché l'Atalanta è in vantaggio ed è soprattutto una grande squadra. In questi momenti i bergamaschi sono a soli tre punti dai partenopei.


Super Berisha e la traversa, Napoli ancora a un passo dall’1-1.

Mertens calcia una punizione in modo splendido, Berisha vola respinge il pallone che scheggia la traversa e termina in calcio d'angolo. All'intervallo è 1-0 Atalanta.


Mertens a un passo dal pareggio.

Grandissima giocata di Mertens che in modo geniale si beve Caldara, entra in area di rigore e calcia in porta. Il pallone esce fuori di pochissimo.


Gol di Caldara, 1-0 dell’Atalanta.

Sugli sviluppi di un corner, con un colpo di testa sporco Caldara porta in vantaggio l'Atalanta. Quarto gol in campionato per il ventiduenne centrale, che è stato già acquistato dalla Juventus.


Brutta botta per Toloi.

Cade malissimo il brasiliano Toloi che sbatte con il volto sul terreno di gioco. Masiello ferma il gioco spaventato per il compagno di squadra, che dopo essere stato soccorso dai medici rapidamente si riprende. Toloi tra gli applausi del San Paolo fortunatamente torna subito in campo.

Brutta botta per Toloi

Traversa di Insigne.

Il ‘Magnifico' che in casa ha segnato solo un gol a inizio dicembre riceve il pallone e con un tocco fantastico supera Berisha, ma il pallone si stampa sulla traversa.


Via.

Inizia Napoli-Atalanta.


Napoli-Atalanta, le formazioni: Insigne c’è, fuori Koulibaly.


In campo Napoli e Juve.

Due delle prime della classe scendono in campo negli anticipi della 26a giornata. Alle ore 18 il Napoli terzo in classifica affronta la squadra che, con l'Inter, la segue in classifica e cioè l'Atalanta. Per gli azzurri non sarà un match facile e non solo perché lo dice la classifica. Gasperini all'andata ha vinto e due volte su tre non è riuscito a far segnare Sarri. Il tecnico partenopeo inizia un tour de force incredibile, con 4 partite in 11 giorni, e pensa a un po' di turnover. Tornano Mertens e Albiol, dovrebbe riposare Zielinski. Formazione tipo per i bergamaschi.

In serata tocca alla Juventus che gioca con l'Empoli, quartultimo in classifica e con grossi problemi in fase realizzativa. Allegri pensa a un massiccio turnover. Khedira non è stato convocato, Buffon e Dybala partiranno dalla panchina. Ci sarà invece Bonucci e non mancherà Higuain, che vuole staccare Dzeko nella classifica dei cannonieri.

Le probabili formazioni di Juventus-Empoli

Juventus (4-2-3-1): Neto; Dani Alves, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Pjanic, Rincon; Cuadrado, Mandzukic, Sturaro; Higuain. All. Allegri

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Diousse, Croce; El Kaddouri; Pucciarelli, Maccarone. All. Martusciello

Juve e Napoli anticipano per la semifinale di Coppa Italia.

La Lega di Serie A ha stabilito questi anticipi oggi perché Juventus e Napoli martedì si affronteranno nella semifinale d'andata di Coppa Italia. Napoli-Atalanta pure se è una sfida molto più intrigante si gioca nel tardo pomeriggio proprio per favorire gli azzurri di Sarri che dovendo viaggiare hanno bisogno di più tempo, e anche solo un paio d'ore possono essere importanti. Allo ‘Stadium' gli azzurri cercheranno di sfatare un tabù pesante. Perché in quello stadio il Napoli ha sempre perso tutte le volte che ha giocato – fin qui sei sconfitte su sei. L'altra semifinale la disputeranno mercoledi 1° marzo Lazio e Roma.