Spiazzata dall'affare Kessié (finirà al Milan), costretta a cercare un nuovo allenatore (le parole dell'ad Gandini sono sembrate un addio annunciato per Spalletti): così la Roma in corsa per la qualificazione diretta in Champions tesse la trama per rilanciare il progetto affidato al diesse Monchi. A centrocampo la pedina individuata era l'ivoriano dell'Atalanta ma proprio quando i giallorossi sembravano aver bruciato la concorrenza sono stati beffati sul filo di lana dal Milan (28 milioni di euro ai bergamaschi, 2.5 a stagione per 5 anni al giocatore).

Perso Kessiè, riflettori su Lemina.

Alternative? Uno dei nomi caldi delle ultime ore conduce allo juventino Mario Lemina, 23enne mediano ex Marsiglia che a Torino è chiuso da Marchisio, Rincon e Sturaro. Quanto costa? Non meno di 10 milioni di euro sia per il contratto che lo vincola ai bianconeri fino al 2020 sia per la cifra (12.5 milioni) che la ‘vecchia signora' aveva sborsato prima per garantirsi il prestito e poi il riscatto del calciatore.

Sousa e Kalinic dalla Viola alla Capitale?

Dzeko è intoccabile, l'esplosione del bosniaco ha fatto sì che le ombre sul futuro fossero spazzate via dalla straordinaria capacità di far gol ed essere finalmente decisivo come non gli era capitato l'anno scorso. L'obiettivo, però, è piazzare accanto a lui un attaccante che sia capace d'integrarsi alla perfezione oltre a costituire una valida alternativa in vista di una stagione intensa, sia in A sia in Europa.

Chi è il giocatore individuato? Kalinic della Fiorentina, che i viola cederebbero per una cifra di 30 milioni (la stessa che il Milan sarebbe disposto a mettere sul piatto). Cosa può spostare l'ago della bilancia dalla parte dei giallorossi? La possibilità che il prossimo allenatore sia Paulo Sousa (avvistato in tribuna all'Olimpico contro la Juventus), grande estimatore del croato.