Tre colpi nel giro di poche settimane per rilanciarsi. Li ha battuti il Milan che, quasi certo di ripartire in Coppa (Europa League) dalla porta di servizio, ha già iniziato le grandi manovre di calciomercato, bruciando sul tempo la concorrenza. Un centrocampista e due difensori per un totale di 64 milioni investiti, è questo il bilancio momentaneo dei rossoneri in termini di spese ma la cifra è destinata a salire con qualche lieve ritocco che arriverà dalle cessioni.

Kessié ha scelto: no alla Roma, sì al Milan.

Il centrocampista ivoriano è una delle rivelazioni dell'Atalanta di Gasperini. Stagione col piede pigiato sull'acceleratore per il calciatore ventenne e duttile abbastanza da essere impiegato sia nel ruolo di mediano davanti alla difesa o come centrale nel pacchetto arretrato sia di centrale a centrocampo. Dinamismo ed energia nella zona nevralgica così da irrobustire l'assetto tattico della squadra.

Le cifre dell'affare con l'Atalanta.

Il Milan verserà nelle casse dell'Atalanta 28 milioni di euro, bonus compresi. Al calciatore, invece, andrà un contratto di 5 anni con ingaggio da 2.5 milioni di euro a stagione (anche in questo caso bonus compresi). A fare la differenza rispetto alla Roma – come raccontato da Di Marzio è stata la formula di pagamento ritenuta più vantaggiosa.

L'ivoriano dopo Musacchio e Rodriguez.

Non sono stati ancora ufficializzati ma prima del centrale nerazzurro il Milan ha messo le mani su Musacchio (difensore) dal Villarreal per 18 milioni e di Ricardo Rodriguez (laterale mancino)  dal Wolfsburg per 18 milioni più bonus. Due innesti che eleveranno a qualità tecnica e tattica della rosa a disposizione di Montella.

Obiettivi: pressing su Morata del Real.

Un attaccante di peso, possibilmente giovane e forte tecnicamente. Il profilo individuato dal Milan è Morata, lo spagnolo tornato al Real Madrid dopo l'esperienza con la Juventus. Tra le fila dei blancos è chiuso da Benzema e dallo stesso Ronaldo, con l'arrivo possibile di Mbappé o addirittura di Hazard (con tanto di modulo rivisitato da Zidane) potrebbe esserci sempre meno spazio e continuità. Di qui l'opportunità di far leva su questo aspetto per convincere il calciatore. Ogni discorso, però, è rinviato a dopo la finale di Champions League a Cardiff. Sul taccuino ci sono ancora un paio di ruoli chiave: un difensore di fascia e un altro centrcampista.

Tesoretto cessioni.

Bacca, De Sciglio e Niang i calciatori maggiori indiziati a cambiare maglia. Il colombiano è in rotta di collisione da tempo, per lasciarlo andar via il Milan chiede una cifra di almeno 20 milioni. Somma simile – sia pure di poco inferiore (18, col Watford che sembra favorevole al riscatto del giocatore) – per Niang. In lista di sbarco anche De Sciglio, orami giunto al termine della sua esperienza in rossonero.