Il suo nome negli ultimi due giorni ha catalizzato l'attenzione della stampa spagnola, e internazionale. Francisco Román Alarcón Suárez, meglio conosciuto solo come Isco, ha conquistato la scena con una prestazione eccezionale in Spagna-Italia. Due gol a Buffon, tanta qualità e numeri a non finire, compreso un tunnel e un sombrero a Verratti, non proprio l'ultimo arrivato. Applausi a scena aperta per la stella del Real Madrid, che se è riuscito a sorprendere compagni, avversari e addetti ai lavori, non ha certo lasciato senza parole Massimiliano Allegri. Già, perché le doti di Isco per l'attuale allenatore della Juve, non rappresentano certo una novità, anzi. E non è un mistero la sua forte volontà di portarlo in Italia, al Milan prima e alla Juve poi.

Isco obiettivo di calciomercato del Milan di Allegri.

Allegri che già conosceva Isco ebbe l'opportunità di vederlo dal vivo, nella doppia sfida di Champions tra Milan e Malaga del 2012. In quell'occasione l'allenatore che sedeva sulla panchina rossonera rimase incantato da quel calciatore che, soprattutto a San Siro, sfoderò una prestazione eccezionale, con assist, giocate e tanto per cambiare tanta qualità. Impossibile non mettere gli occhi addosso a quell'astro nascente che Allegri avrebbe voluto fortemente nella sua squadra.

La caccia di mercato al trequartista della Juve di Allegri, Isco nel mirino.

E le cose non sono cambiate nemmeno quando l'allenatore toscano è approdato alla Juve. In questo caso Allegri avrebbe voluto fortemente Isco, nella interminabile caccia al trequartista che ha impegnato la dirigenza bianconera sia nell'estate 2015 che in quella 2016. I bianconeri hanno provato a puntare sul poco spazio concessogli nel Real dei tanti fenomeni, senza mai riuscire ad assecondare le esose richieste delle merengues, che volevano incassare almeno 40 milioni di euro.

La crescita del centrocampista al Real.

Alla fine dunque i bianconeri e Allegri sono stati costretti a mollare la presa, anche perché Zidane ha iniziato a puntare su Isco con continuità. Nella scorsa stagione l'ex Malaga si è letteralmente preso il Real, diventando una pedina indispensabile per le merengues. Una crescita esponenziale per il duttile centrocampista offensivo che ha mostrato tutto il suo repertorio, tornando con successo anche in nazionale.

Quanto vale Isco, clausola da 700 milioni.

Proprio poche settimane fa, la stampa spagnola ha rivelato che l'accordo per il rinnovo del contratto di Isco è stato ormai raggiunto e dovrà solo essere formalizzato. Le cifre per il giocatore precedentemente in scadenza nel 2018, sono letteralmente da capogiro. Rinnovo per 4 stagioni, con tanto di opzione per la quinta, ingaggio da 6 milioni di euro l'anno, ma soprattutto una clausola rescissoria da 700 milioni di euro. Una somma pazzesca, nata con la volontà di rendere quasi impossibile una nuova operazione alla Neymar.