La vita dei calciatori, in particolare i top player, è costantemente sotto i riflettori: ‘paparazzi' dietro l'angolo, ai quali è quasi impossibile sfuggire nemmeno fosse la marcatura asfissiante di un avversario; telecamere pronte a spaccare il ‘capello in quattro' mostrando movimenti del singolo, dinamica dell'azione; social network che pullulano di foto tratte dai profili dei protagonisti. Tutto ma proprio tutto è passato ai ‘raggi X'… chiedete a Cristiano Ronaldo, di recente alla ribalta del gossip sia per la nuova relazione con la modella spagnola Georgina Rodriguez sia per le voci sulla nuova paternità (due gemelli frutto di una maternità surrogata). Chiedete a Lionel Messi, l'altro dio del pallone, che con ‘l'affaire rinnovo del contratto' ha catalizzato l'attenzione dei media per le proporzioni economiche dell'intesa: 40 milioni a stagione, ingaggio pazzesco.

La confessione in tv.

Nel bene e nel male anche questo è il prezzo da pagare per la notorietà internazionale. E se a stuzzicare la fantasia e la curiosità dei sostenitori sono anche dettagli intimi raccontati dagli stessi calciatori allora le news del gossip equivalgono a un rigore tirato a porta vuota… per la serie, ti piace vincere facile. Nel caso specifico è stato Lionel Messi, assieme al proprio compagno di squadra, Suarez, a prendersi la scena durante una trasmissione dell'emittente uruguaiana Canal 10. I due elementi del ‘tridentazo' (il terzo, Neymar, fa già discutere di sé da solo…) non hanno lesinato aneddoti – dal campo alla vita privata – nell'intervista in tv mandata in oda nel corso del programma ‘La Camiseta'.

Il sistema per ‘fare centro' anche al bagno.

Oltre alla classe, alla tecnica, alla capacità d'inventare giocate con semplicità disarmante, la Pulce e il Pistolero hanno in comune un'altra cosa: quando vanno in bagno fanno entrambi la pipì da seduti. Lo ha confessato lo stesso Messi: "E' più comodo, la mattina sei ancora mezzo addormentato…", ha rivelato l'argentino. La riposta, divertita, di Suarez è stata disarmante: "Ah, sì? La faccio anch'io così…".

La Pulce: "A mio figlio Thiago non piace il calcio"

"A mio figlio il calcio non piace molto…". A 4 anni il piccolo Thiago non sembra essere attratto dal calcio nonostante sia iscritto nella ‘scuola blaugrana'. "Va perché ci vanno Benjamin (il figlio di Suarez) e alcuni compagni di classe della scuola, ma la cosa non lo entusiasma – ha aggiunto il campione argentino -. Non è come il piccolo di Luis, che sta tutto il giorno con il pallone tra i piedi".