La geografia del calcio europeo da anni è molto chiara. La nazione che domina è sempre la Spagna che, considerando le squadre qualificate ai quarti di Champions e di Europa League, ha ben quattro squadre in corsa, sulle sedici in lizza. In Champions League ci sono Real Madrid, Barcellona e Atletico Madrid che hanno quasi monopolizzato le ultime finali (negli ultimi tre anni l’unica intrusa è stata la Juventus), mentre in Europa League continua la corsa del Celta di Berizzo, che disputa davvero un bel calcio.

Germania davanti all’Inghilterra – La solidissima Germania segue con tre squadre. Nella manifestazione più importante ci sono il Bayern Monaco, una delle squadre favorite per la vittoria finale, e il Borussia Dortmund, mentre in Europa League con ambizioni nei quarti si presenta lo Schalke 04, che vent’anni fa conquistò il trofeo (l’Inter fu sconfitta ai rigori). Seguono poi con due rappresentanti l’Inghilterra, la Francia e il sorprendente Belgio. La Premier non propone nessuna delle squadre che dominano il campionato.

Sorpresa Belgio – Perché in Champions è presente il Leicester (15°), mentre nell’altra competizione c’è il favoritissimo Manchester United, che però in patria è lontanissimo dal Chelsea. La Francia ha nei quarti di Champions il Monaco, che ha sbattuto fuori il Manchester City, e in Europa League il Lione, passato ai danni della Roma. Il Belgio invece è riuscito a portare ai quarti l’Anderlecht e il Genk.

Resta solo la Juve – L’Italia in lizza ha solo la Juventus, che sogna di arrivare fino alla finale di Cardiff. Davvero poco. Il Napoli, brillante nella fase a gironi non è stato fortunato pescando il Real Madrid, mentre la Roma poteva fare davvero qualcosa di più. Una rappresentante ce l’hanno anche la Turchia e l’Olanda, che sognano con Besiktas e Ajax.