La Premier League resta ancora una volta la regina del calciomercato estivo. I numeri parlano chiaro, il campionato inglese tra i cinque principali d'Europa, da solo ha speso qualcosa come 1 miliardo di euro, praticamente 1/3 della spesa complessiva registrata fino ad oggi. Spese folli per vincere in patria ma sopratutto per dare un giro di vite all'Europa dove le inglesi mancano nei momenti chiave da troppo tempo. E' vero, Mourinho e il suo Manchester United hanno vinto l'Europa League ma la Supercoppa contro il Real e l'assenza nelle fasi finali della Champions League è un ‘gap' che dev'essere colmato senza badare a spese.

Premier al via, inizia la caccia al Chelsea.

La Premier League prende il via tra 48 ore, con l'anticipo Arsenal-Leicester e da venerdì sera parte ufficialmente la rincorsa al Chelsea di Antonio Conte, e molti dei club del campionato inglese hanno fatto follie per colmare il divario visto nell'ultimo anno con i Blues. Tutti, nessuno escluso: Conte è stato tallonato sul mercato da Guardiola, Klopp, Mourinho, Wenger. Nessuno si è tirato indietro quando è stato il momento di acquistare il campione di turno a suon di milioni.

Le favorite al titolo.

Manchester City, per Pep ultima chance.

A cominciare dal City, che ha fatto un calciomercato faraonico inziando da Mendy (57 milioni), passando per Walker (51), Bernardo Silva (50), il portiere Ederson (40), Danilo (30), Douglas Luiz (12). Guardiola, che l'anno scorso era dato per strafavorito, ha deciso di provare il tutto per tutto: se quest'anno fallirà l'appuntamento con la Preier League  per lui è già arrivato il momento dei saluti dal City e dall'Inghilterra. Un azzardo, perché i Citizens dovranno fare bene anche in Europa senza più sfigurare.

Chelsea, falsa partenza: Conte vuole Bale.

Se al City la proprietà non ha badato a spese anche il Chelsea ha fatto il suo e Conte non può dirsi insoddisfatto: sono arrivati Morata (75 milioni), Bakayoko (40) e Ruediger (35). Tre colpi milionari in tre punti strategici del campo, ma la sconfitta in Community Shield scotta. In entrata sono arrivati i 45 milioni per la cessione di Matic finito allo United, e altrettanti potrebbero arrivare da Diego Costa. Soldi fondamentali per un ultimo colpo: Conte vorrebbe Bale ma il gallese visto contro il Manchester appare un obiettivo impossibile con il Real che se lo tiene stretto finchè non dovesse arrivare Mbappè. A quel punto tutto potrà accadere.

Arsenal, Lacazette e tanti giovani.

La stagione Blues e' cominciata con la sconfitta contro la bestia nera Wenger per un Arsenal che non si è tirato indietro sul mercato. Deve cedere Alexis Sanchez che vuole andarsene, ma ancora non ha deciso a chi rivolgersi per monetizzare la partenza. Intanto ha preso Lacazette (58) da affiancare a Giroud e ceduto definitivamente Sczezsny (13) alla Juventus. Un altro colpo in entrata è auspicabile anche se Wenger storicamente riesce a lavorare benissimo con i giovani di cui i Gunners sono ricchi.

Manchester United, Mou spera un ultimo colpo.

Mourinho è un po' sul filo come Guardiola: lo scorso anno ha faticato in Premier ma brillato nelle coppe, ma quest'anno deve fare di più. Sono arrivati Matic (45), Lukaku (85) e Lindelof (35). Ibrahimovic è in ‘aspettativa' ma per il portoghese servono altri colpi. C'è il sogno Real per Bale, c'è Perisic dell'Inter al quale l'assalto finale arriverà nelle ultime giornate di mercato.

Le altre pretendenti.

Liverpool, tutto su Salah.

Il Liverpool di Klopp si sta rinnovando. Ha deciso di puntare tutto sull'ex Roma Salah (50), ma probabilmente dovrà fare una sacrificio economico importante e un addio tecnico notevole: Philippe Coutinho è sulla via dell'addio, il Barcellona chiama e sono pronti 80  milioni di euro.

Il Tottenham e le sorprese.

C'è da stare attenti anche al Tottenham di Pochettino che ha cambiato poco, ma che presenta una chiara garanzia di continuità dopo una stagione in cui è stata la principale rivale del titolo per il Chelsea. Gli Spurs guidano le fila delle possibili mine vaganti. C'è Frank de Boer con il suo Crystal Palace, Rafa Benitez che rirpova da Newcastle, l'Everton che ritrova la sua antica stella, Wayne Rooney. Infine, il Leicester che due anni fa festeggiava il titolo e l'anno scorso ha rischiato il tracollo totale. Una squadra che vive ancora di rendita ma che potrebbe perdere l'ennesimo top player, Mahrez richiesto dalla Roma.