Con un gol di Cuadrado la Juventus batte 1-0 la Sampdoria e mette un altro tassello verso lo scudetto. Il colombiano si conferma uomo decisivo per Allegri. L’Atalanta si sbarazza del Pescara (doppietta di Gomez) e aggancia l’Inter. 0-0 della Lazio a Cagliari, Inzaghi si allontana dal terzo posto. Mentre un gol di Kalinic permette alla Fiorentina di vincere in casa del Crotone. Il Bologna piazza il poker al Chievo, doppietta di Dzemaili.

Cuadrado e la Juve vince 1-0.

L’avvio è a cento all’ora, il gol che arriva al 7’ è meraviglioso. Cuadrado si inserisce in modo perfetto, sfrutta un cross di Asamoah e batte Puggioni. Il colombiano si conferma l’uomo dei gol pesanti, pochi ma buonissimi. Dominano i bianconeri e sfiorano un paio di volte il raddoppio, anche con Higuain. Poco prima della mezz’ora s’infortuna Dybala, che per via di un problema muscolare è costretto a lasciare il campo. Nel finale del primo tempo Higuain ha una grande occasione, ma Puggioni è bravissimo. Nel secondo tempo la Sampdoria parte forte e per una ventina di minuti mette tanta pressione alla Juve, anche se Buffon, che è diventato lo juventino con più minuti di sempre, non deve compiere grandi interventi. Allegri s’infuria quando l’arbitro non fischia un fallo per Regini su Dani Alves, ma alla fine festeggia il successo.

L’Atalanta batte il Pescara.

Temeva un po’ la reazione dei suoi Gasperini, dopo il clamoroso scivolone in casa dell’Inter, e invece contro il Pescara, ultimo in classifica, è stato tutto molto facile. Il ‘Papu’ Gomez arriva in doppia cifra con una conclusione precisa e imparabile al 12’. Poco dopo Toloi prova a fare Ibrahimovic e con la mossa dello scorpione e costringe Bizzarri a un super intervento. L’Atalanta continua ad attaccare imperterrita e trova però solo a metà ripresa il raddoppio con il centrocampista Grassi, che ha trovato sempre più spazio nelle ultime settimane. In recupero segna ancora il Papu, è 3-0. Tre punti d’oro per l’Atalanta che così aggancia l’Inter e tiene a distanza il Milan.

Pareggio per Lazio, vince la Fiorentina.

Mezza stecca per la Lazio, fermata sullo 0-0 dal Cagliari. Inzaghi si allontana dal terzo posto e perde l’occasione di allungare sull’Inter. Vince di misura la Fiorentina. Ha sistemato la difesa Paulo Sousa, ma lo ha fatto troppo tardi. Anche con il Crotone Tatarusanu blinda la sua porta, e Kalinic decide l’incontro. Il croato dopo aver trovato sulla sua strada un super Cordaz è decisivo nel finale.

Verdi e Dzemaili (doppietta), vince il Bologna.

Due squadre senza grandi obiettivi di classifica hanno dato vita a un bel match al Dall’Ara. Il Chievo passa nel primo tempo con Castro, che scatta sul filo del fuorigioco sfrutta un bel pallone di Inglese e fa gol. Nella ripresa il Bologna con merito trova il pari, assist di Krejci e bel gol di Verdi, e poi passa con Dzemaili che capitalizza uno splendido cross di Di Francesco e realizza il settimo gol in campionato. In pieno recupero segna ancora Dzemaili, 3-1, poi c’è il poker di Di Francesco.

Poker dell'Udinese al Palermo.

Il Palermo perde ancora e l'ultima possibilità di riavvicinarsi all'Empoli. La squadra di Diego Lopez passa anche in vantaggio con Sallai, ma poi viene travolta dalla squadra di Delneri a segno con Théréau, Duvan Zapata, De Paul e Jankto. L'Udinese vince 4-1 scala ancora la classifica e si avvicina alla prima metà della classifica.

3-2 del Napoli all’Empoli

Basta un tempo alla squadra di Sarri per vincere per la prima volta in casa dell’Empoli. Insigne con una doppietta e Mertens con una punizione bellissima chiudono i conti nel primo tempo, in cui il belga sbaglia anche un calcio di rigore. Nel secondo tempo però il Napoli si rilassa troppo presto e cede il fianco all’Empoli che con i gol di El Kaddouri e Maccarone rientra in partita, ma non riesce a completare la rimonta.

Pari dell’Inter, vince il Milan

I nerazzurri, nel primo anticipo, pareggiano 2-2 in casa di un ottimo Torino. Il match è stato bello e pieno di capovolgimenti di fronti. Kondogbia porta avanti l’Inter, i granata pareggiano con Baselli e passano con un gran gol di Acquah, ma immediato è il pari di Candreva. Il punto non accontenta nessuno, delusi pure i bomber Belotti e Icardi, entrambi a secco. Il Milan invece per la settima volta in stagione vince per 1-0. Contro il Genoa decide un gol di Mati Fernandez.