Patrick Schick potrebbe vestire il bianconero. Almeno così sembra stando agli ultimi eventi accaduti in questi giorni. L'appeal juventino unito ai contatti tra i dirigenti e i procuratori del giocatore hanno smosso una situazione che sembrava in stallo e in netto favore dell'Inter. Il club nerazzurro era stato il primo in tempi non sospetti a farsi avanti con l'attaccante oggi alla Sampdoria, per poii raffreddare la pista fino a congelarla, in attesa di risolvere altre grane interne ben più importanti. Ma il pressing della Juventus starebbe dando i suoi frutti.

Vice Higuain dal 2018 – Non c'è ancora notizia di cifre e accordi contrattuali ma basta pensare che Pavel Nedved, vicepresidente bianconero è in stretto contatto con i procuratori di Schick, che non a caso è connazionale dell'ex Pallone d'Oro. L'obiettivo è portarlo in bianconero per fargli fare il vice di Higuain, crescere con calma ma in una realtà subito votata alla mentalità internazionale. Così, mentre la squadra lavora sul campo per regalare ai tifosi il sogno Triplete la dirigenza non perde tempo e studia la giusta formula per portare l'attaccante a Torino già dal 2018.

Dalla panchina al mercato – Il classe '96, alla sua prima esperienza in Serie A ha già strabiliato tutti sia da un punto di vista tecnico che di maturità: utilizzato con il contagocce, riservandogli solamente stralci di partite, la Sampdoria ha preferito il profilo basso, gettandolo nella mischia ultimamente soltanto per l'indisponibilità di Muriel. Tanto però è bastato a Schick per mettersi in mostra e far parlare di sè.

Scatto Juve, 25 mln pronti – All'inizio sembrava essere in pole position l'Inter che si era detta disposta a pagare a clausola da 25 milioni di euro, ma adesso è la Juventus la vera squadra ad un passo dall'acquisto del giocatore. La vittoria in Coppa Italia, lo scudetto oramai scontato, la possibilità di alzare la Champions. Per i bianconeri al momento, l'aspetto economico non è un problema.