I tifosi della Juventus possono stare tranquilli. L’offensiva di mercato del Real Madrid per Paulo Dybala è destinata a cadere nel vuoto, almeno per ora. La dirigenza di corso Galileo Ferraris che ha appena presentato il nuovo logo, non ha alcuna intenzione di privarsi di quella che è una delle stelle più brillanti della squadra di Allegri. Nemmeno le voci su un’offerta record di 105 milioni di euro hanno fatto tentennare il presidente Agnelli e l’Ad Marotta, pronti a mettere nero su bianco per quanto concerne il rinnovo della Joya che dal canto suo ha dichiarato di voler diventare "il nuovo Del Piero". La prossima settimana dovrebbe essere quella definitiva per il corposo ritocco di un vincolo in scadenza attualmente nel 2020.

Nei giorni scorsi infatti Pierpaolo Triulzi, agente dell’ex Palermo, è sbarcato a Torino dove ha iniziato a lavorare per poter concretizzare il tutto. Come confermato da La Gazzetta dello Sport, il procuratore di Dybala dovrebbe essere convocato in sede nei primi giorni della prossima settimana per limare definitivamente gli ultimi dettagli su un accordo che sembra essere praticamente cosa fatta. L’ingaggio dell’argentino attualmente di 2 milioni più bonus, è destinato ad aumentare e non poco: stipendio da 5 milioni netti più ulteriori premi che gli permetterebbero di percepire una cifra vicina ai 7 milioni, che ne farebbero uno dei più pagati in casa Juventus, poco meno del Pipita che è il leader in questa speciale classifica. Il tutto con un prolungamento di una stagione, fino al 2021.

La scheda tecnica di Dybala (foto Transfertmarkt)in foto: La scheda tecnica di Dybala (foto Transfertmarkt)

Un modo per confermare al giocatore la volontà della Juventus di credere su di lui anche in futuro, mettendolo ancor di più al centro del progetto. La speranza è che anche questo “premio” possa influire sulle prestazioni di Dybala in termini di inibizione di fiducia ed entusiasmo. Le sue qualità e il suo peso specifico non si discutono, ma il rendimento delle ultime gare culminato nella deludente gara contro la Fiorentina, è stato altalenante.