Emerson Palmieri in Nazionale con Giampiero Ventura. E' un'ipotesi che potrebbe diventare presto realtà perché il giocatore della Roma è seguito da vicino dal commissario tecnico azzurro e le sue origini italiane potrebbero permettergli di sposare la causa della nostra Nazionale ma per farlo dovrà attendere il nullaosta della FIFA che dovrà ratificarne lo stato di oriundo. Un "acquisto" in più per Ventura che potrebbe utilizzarne le doti viste in campo con i colori della Roma: terzino moderno, veloce, offensivo, bravo nella costruzione del gioco. Un elemento aggiunto da integrare nel progetto tecnico dell'Italia che si sta formando.

Duttile terzino – Emerson Palmieri, 23 anni da compiere ad agosto, è in attesa di capire che cosa si deciderà sul suo futuro calcistico. Perché l'Italia lo chiama e lui risponderebbe ‘presente' con orgoglio e felicità. Sarebbe un tassello perfetto negli schemi di Ventura considerata l'abitudine a giocare sia come terzino sinistro di una difesa a quattro che come esterno mancino nel 3-5-2. Un vero e proprio jolly che però potrà vestire l'azzurro solamente fra qualche mese.

Giocatore moderno – Emerson Palmieri è arrivato in Italia grazie al Palermo di Zamparini nel 2014/15, per poi passare in giallorosso dove in questa stagione ha già collezionato 28 presenze realizzando anche un goal. Anche con Spalletti è divenuto ben presto un elemento fisso nella squadra titolare, grazie anche alla sua duttilità nel poter essere schierato esterno a centrocampo. Giampiero Ventura ci ha messo gli occhi sopra da tempo ma non può ancora convocarlo.

Burocrazia FIFA – Per farlo, il ct della Nazionale italiana deve prima ricevere l'ok della FIFA che sta controllando la documentazione per poter dare il definitivo lasciapassare. Burocrazia necessaria ma con i tempi che si allungano. E così per il momento Emerson Palmieri non può essere convocato. Si spera che il tutto si snodi entro aprile così da inserirlo gradualmente e poterlo utilizzare nei futuri incontri ufficiali.