Mauro Icardi è uno dei migliori centravanti al mondo, è giovane e ha iniziato la stagione in modo eccezionale, con due doppiette nelle prime due giornate di campionato e un gol in nazionale contro il Venezuela. L’Inter lo ha scelto come bandiera da tempo e non vuole correre alcun tipo di rischio. E per non rischiare di perdere Maurito i dirigenti nerazzurri stanno pensando ad un nuovo contratto per il giocatore. Annessa al rinnovo c’è anche la clausola rescissoria che naturalmente verrebbe anche alzata, e potrebbe essere portata a 150 milioni.

L’Inter proporrà un nuovo contratto a Icardi, le cifre.

Dopo aver ufficialmente prolungato il contratto di Ivan Perisic, esterno offensivo fortissimo, a lungo corteggiato da Mourinho la scorsa estate, e determinante per Spalletti, l’Inter vuole blindare anche il suo capitano a cui molto presto verrà offerto un nuovo contratto. La notizia l’ha svelata ‘Libero’. A Icardi verrà proposto un cospicuo aumento dell’ingaggio: da 4,6 a 6 milioni netti a stagione, con l’aggiunta del 50 per cento dei diritti d’immagine. Contestualmente verrebbe alzata anche la clausola rescissoria, che ora è valida solo per l’estero ed è attestata a 110 milioni. L’idea dei dirigenti nerazzurri è quella di alzarla a 150 milioni.

I numeri da grande bomber di Icardi.

Con Spalletti hanno vinto il titolo dei capocannonieri, a distanza di dieci anni, Totti e Dzeko e uno come Icardi, che il titolo lo ha già vinto nel 2015, può solo beneficiare degli schemi dell’ex tecnico giallorosso. Dunque l’argentino sembra destinato ad una grandissima stagione. Con i suoi gol l’Inter punta almeno alla qualificazione alla Champions League. I gol, comunque, non sono mai mancati a Maurito, che con la maglia nerazzurra ne ha segnati 75 in 127 partite di campionato, considerando anche le coppe sono 82. Mentre sommando anche quelli siglati con la Sampdoria e con la nazionale argentina si vede Icardi, a soli ventiquattro anni, già a un passo dai 100 gol (94 in 183 partite).