Il piccolo Bradley Lowery è diventato in questi ultimi mesi un simbolo, non solo in Inghilterra. Questo bimbo di cinque anni è malato, ha un cancro, che sembra quasi impossibile da vincere. Bradley è diventato noto perché il Sunderland, la squadra della sua città, e il bomber Jermain Defoe lo hanno praticamente adottato. Tutti loro lo stanno aiutando materialmente e lo hanno fatto diventare la mascotte della squadra. Sabato scorso prima dell’ultima sfida casalinga della stagione Bradley ha fatto il suo ingresso in campo con tutta la squadra di Moyes ed è entrato in braccio a Defoe. I tifosi del Sunderland lo hanno omaggiato con cori e striscioni: “Noi siamo con te Bradley”. Quell’enorme abbraccio collettivo è stato particolarmente bello e sentito per il piccolino, che purtroppo sta molto peggio.

Al 5° minuto, che non è minuto a caso, perché quel numero rappresenta l’età del bambino, sono arrivati cori di incoraggiamento. Lui aveva indosso una maglia, sul cui retro era scritto un messaggio di ringraziamento per i calorosissimi fan. L’immagine del bimbo che entra con uno sguardo triste e un po’ spento in campo con il suo idolo è tristissima, anche se di sicuro il piccolo Bradley sarà stato facile di tutto quel meraviglioso affetto.

Purtroppo le condizioni del bambino stanno peggiorando. La madre su Facebook ha scritto che purtroppo c’è un nuovo tumore che sta avanzando. Le notizie purtroppo sono negative e Bradley ha passato anche il suo compleanno in ospedale, da dove è uscito per andare proprio allo ‘Stadium of Light’ dove ha trascorso qualche ora spensierata e in compagnia. Con Defoe il bambino è riuscito ad instaurare un rapporto meraviglioso.

L’attaccante della nazionale inglese ha preso molto a cuore tutta la vicenda e lo scorso marzo ha passato un’intera notte in ospedale con Bradley, che doveva svolgere degli esami importanti. E sempre nel mese di marzo il piccolo a Wembley ha accompagnato Defoe in campo prima dell’incontro tra Inghilterra e Lituania. Adesso si spera che le cure diano un eccellente effetto e tutti sperano che nella prossima stagione Bradley possa accompagnare ancora i calciatori del Sunderland in campo.