Il soprannome per far sognare i tifosi del Milan lo ha regalato Rino Foschi, direttore sportivo del Cesena e suo scopritore: il "Gattuso nero". Un'investitura pesante per Franck Kessié, centrocampista classe '96, approdato in rossonero dall'Atalanta, dopo una sola stagione alla corte di Gasperini. Tanto è bastato per attirarsi le attenzioni di mezz'Europa, nonostante a una partenza sprint abbia fatto seguito una seconda parte di torneo chiusa a scartamento ridotto, a causa anche dell'impegno di inizio 2017 in Coppa d'Africa. Il mediano, che per capacità di inserimento in zona gol ricorda anche il connazionale Touré, pur con qualche difficoltà inevitabile al primo campionato in A si è rivelato ugualmente un fattore, un prospetto sul quale investire e neanche poco considerando i 20-25 milioni sborsati dal ds del Milan, Mirabelli.

Centrocampista completo.

Dotato di una struttura fisica compatta (185 centimetri per 73 chilogrammi), senso della posizione e qualità atletiche non indifferenti, aveva iniziato da difensore centrale in quel di Cesena nella stagione 2015/2016. Merito di Drago il suo avanzamento a metà campo, che ne ha sancito la definitiva esplosione. 37 presenze e 4 gol nel torneo di serie B in Romagna, 31, 6 e 1 assist a Bergamo in A, con la maggior parte della produzione offensiva concentrata nei primi mesi, quelli del boom.

Fantamedia da 6.32 a 6.8.

Il prosieguo è stato perlopiù in linea con un rendimento sufficiente, oscurato in parte dalla crescita di Freuler e Cristante, con le cifre che ne hanno relativamente risentito con media e fantamedia attestatesi sul 6.32 e 6.8.

La scheda di Franck Kessié (Transfermarkt)in foto: La scheda di Franck Kessié (Transfermarkt)

Come Gattuso ma con piedi migliori.

"All’Atalanta ha dimostrato di avere una grande forza caratteriale – è il commento del già citato Foschi -. Per me è il Gattuso nero. Ha delle qualità da incontrista al di sopra della norma, una forte personalità, ma ha anche piedi migliori". Nel nuovo progetto tecnico-tattico di Montella dovrebbe ricoprire il ruolo di interno nei tre di metà campo, scudiero del regista che nei piani dovrebbe essere Biglia, ma con facoltà di sganciarsi in proiezione offensiva e colpire. Il modulo con una sola punta di ruolo e due esterni alti con compiti di copertura potrebbe agevolarlo. Una posizione è un ruolo che conosce già abbastanza bene, anche se in nerazzurro doveva preoccuparsi di coprire le spalle ai terzini di spinta e restare spesso sulla sua mattonella.

Il rendimento di Kessié nell'ultima stagione (Transfermarkt)in foto: Il rendimento di Kessié nell'ultima stagione (Transfermarkt)

Cosa fare al fantacalcio.

Le cifre dello scorso sono migliorabili, se non in termini di gol (difficile che anche nel Milan ricopra il ruolo di rigorista, vista la folta concorrenza), almeno sul piano del rendimento. Di sicuro, se il progetto rossonero decollasse sin da subito, potrebbe beneficiare dell'effetto sorpresa esaltandosi in un ambiente compatto e galvanizzato dai numerosi investimenti della nuova società. Il finale in calando peraltro potrebbe aver ridotto le aspettative sul suo conto determinando così una quota più contenuta fa impegnare in sede d'asta. Il suggerimento è di prenderlo ma senza strafare.