Nikola Kalinic al Milan. E' l'attaccante che avrà Montella da affiancare ad André Gomes nella prossima stagione. Le ultime notizie di calciomercato confermano che il croato vestirà la maglia rossonera e lo farà dopo Ferragosto, quando verrà affondato definitivamente il colpo e tutti i tasselli dell'operazione saranno a posto.

Kalinic al Milan, trattativa lunga.

Una trattativa lunga, che dura da quasi due mesi, con il nome della punta che ha preso quota poi è sfumato fino a decollare in queste ore nonostante la volontà del calciatore fosse già chiara: lo scorso 4 luglio, infatti, affermò che considerava la sua esperienza alla Fiorentina chiusa in virtù anche di un contratto in scadenza nel 2019. Allora le tessere del puzzle erano giacevano ancora disordinate sul tavolo per la volontà del Milan di trovare un'alternativa alla richiesta di 30 milioni della Viola e verificare fino a che punto gli investimenti potessero bastare a coprire operazioni di spicco quali Aubameyang (che ha esplicitamente ammesso di voler tornare in rossonero), Belotti e Diego Costa.

Come può giocare il Milan con il croato in attacco.

Alla fine, però, verrà accontentato Montella la cui predilezione per Kalinic si spiega anzitutto con la sua capacità di essere un attaccante (anche) di manovra ma letale in zona gol, giocare con e per la squadra nonostante sia la classica prima punta. Tutte caratteristiche che fanno del croato la pedina giusta da incastonare nel nuovo Milan. E' alto 187 cm, particolare che gli conferisce fisicità e garantisce peso da prima punta, calcia di destro e di sinistro, è prezioso anche nel gioco di sponda in area, oltre che pericoloso di testa. Nella scorsa stagione ha giocato 42 gare per un totale di 3126 minuti, segnato 20 gol (di cui 15 in Serie A e 5 in Europa League) e servito 4 assist.

Cifre della trattativa e ingaggio per Kalinic.

Il Milan prenderà Kalinic dalla Fiorentina per 25 milioni di euro più bonus con la speranza di averlo a disposizione già per la gara contro il Crotone – prima giornata di campionato). Sconti possibili per i rossoneri potrebbero arrivare con l'inserimento nella trattativa di Paletta (il difensore centrale piace a Pioli che deve fare i conti anche l'addio di Gonzalo Rodriguez) e forse il mancino Antonelli. Quanto all'ingaggio, a Firenze Kalinic guadagnava uno stipendio di 1.3 milioni a stagione mentre al Milan arriverebbe a circa 3 milioni all'anno.