Quella contro lo Sporting Gijon, valevole per la 27esima giornata della Liga, è stata la presenza numero 10 per Simone Zaza con la maglia del Valencia. Una maglia importante per l'italiano che, come da contratto stipulato tra la Juventus e il club dei pipistrelli, sancisce in maniera definitiva l'obbligo di riscatto per la società spagnola che ora dovrà versare ben 16 milioni di euro per l'acquisto del suo cartellino.

Per l'ex attaccante di Sassuolo e Juventus, reduce dalla triste esperienza con il West Ham in Inghilterra, questa è l'ennesima buona notizia che arriva in un momento particolarmente positivo. Arrivato a Valencia nello scorso gennaio, l'attaccante di Policoro è rinato in Spagna e ha conquistato i suoi nuovi tifosi con grinta e gol importanti come quello decisivo realizzato contro il Real Madrid qualche settimana fa.

Il feeling conValencia.

Il riscatto, da oggi ufficiale, in realtà non è mai stato un problema per il club di Valencia. Nei giorni scorsi, infatti, il nuovo direttore sportivo, José Ramon Alexanco, aveva già annunciato l'intenzione di esercitare la clausola di riscatto per Simone Zaza. Che il feeling tra il giocatore e la nuova piazza iberica fosse totale, lo si era capito subito dopo la vittoria sui campioni d'Europa: "A Valencia sono molto felice – aveva dichiarato l'ex attaccante della Nazionale di Antonio Conte – Ora mi sento molto meglio rispetto a qualche mese fa, anche se dentro di me non avevo mai perso la fiducia nelle mie capacità. L'atmosfera del Mestalla è incredibile e i tifosi sono stati fantastici aiutando hanno aiutato la squadra per tutta la partita".

Il riscatto di Zaza, non può che far piacere anche alla Juventus. Il club campione d'Italia riuscirà dunque a monetizzare il cartellino del suo giocatore, e ad investire i soldi incassati nel prossimo mercato estivo.