Il gran valzer delle panchine previsto per fine stagione inizia già a delinearsi. Ed un posto "d'onore" per il ballo è sicuramente quello di Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus che sempre più probabilmente lascerà la panchina bianconera a giugno. Su di lui ci sono diversi club europei, tra cui l'Arsenal in Premier League: ma di recente, le sue quotazioni sono in rialzo per la panchina del Barcellona. Il club blaugrana ha dovuto infatti incassare di recente l'addio anticipato di Luis Enrique, che ha annunciato l'addio a fine stagione alla panchina del club italiano.

Primi contatti Allegri-Barcellona.

Il primo contatto tra il tecnico bianconero ed il club blaugrana sarebbe avvenuto tra il 21 ed il 22 febbraio, alla vigilia di Porto-Juventus di Champions League, match poi vinto due a zero dai bianconeri. La dirigenza catalana avrebbe offerto un contratto triennale da otto milioni e mezzo a stagione al tecnico bianconero, un'offerta impareggiabile soprattutto in Italia. E tuttavia, in casa Barcellona non c'è ancora unanimità di giudizio nei confronti di Allegri: qualche dirigente, infatti, vorrebbe affidare la panchina blaugrana all'attuale vice di Luis Enrique, l'ex-portiere Juan Carlos Unzué.

Arsenal, Wenger verso la conferma.

L'interesse del Barcellona ha visto una improvvisa accelerazione anche in virtù del fatto che il destino di Arsene Wenger all'Arsenal è tutt'altro che chiaro. Il tecnico francese, infatti, sembrava sul punto di dire addio alla sua pluriennale esperienza con i Gunners, pronto ad essere sostituito proprio da Allegri. Ed invece, stando a quanto riportato dal Sun, lo stesso Wenger avrebbe confidato a Toni Pulis tecnico del West Bromwich che sarebbe rimasto sulla panchina londinese per almeno un'altra stagione, smorzando così le voci che parlavano di Allegri come suo sostituto.