L'esordio in Champions League se lo era immaginato diversamente, ma per Rodrigo Bentancur la serata di Barcellona è stata comunque da ricordare. Sceso in campo dal primo minuto, l'ex talento del Boca Juniors è rimasto anch'egli travolto dallo "tsunami" blaugrana fino al dodicesimo minuto della ripresa, quando Allegri gli ha risparmiato ulteriore sofferenza sostituendolo con Bernardeschi. Arrivato a Torino per 9,5 milioni di euro (più il 50% in caso di futura cessione), il 20enne uruguaiano ha così raccontato il suo debutto nell'Europa che conta: "La Champions League è un altro mondo rispetto al calcio che ho sempre vissuto io, è più rapido e fisico – ha spiegato l'attaccante in zona mista – Ci ho messo un po' ad ambientarmi, ma sono pronto e sento anche la fiducia del mister".

Le sue parole dopo la sconfitta.

Dopo l'ottimo esordio in campionato a Genova, che gli è valso complimenti del tecnico campione d'Italia e un altro pezzo di gara con il Chievo, Bentancur ha poi raccontato la sconfitta del "Camp Nou": "Non siamo partiti male, ma è mancata concentrazione nell'ultimo minuto del primo tempo, quando Messi ha fatto gol, e anche nel secondo tempo credo sia mancata molto concentrazione. Il risultato non ci soddisfa, dobbiamo lavorare ancora di più anche se abbiamo dato tanto".

Seguito in passato anche dal Milan dell'allora amministratore delegato Galliani, e blindato da un contratto da un milione di euro fino al 2021, il giovane attaccante di Allegri ha gi la testa all'impegno con il Sassuolo: "Ora dobbiamo pensare al campionato, dobbiamo fare il meglio possibile già da questo fine settimana – ha concluso – Poi sarà nuovamente tempo di pensare alla Champions".