Il centrocampista ex Bayern Monaco si è presentato a stampa e tifosi con il piglio del campione vincente. Tanta personalità per il neo acquisto del calciomercato della Juventus, fiore all'occhiello per la nuova mediana di Massimiliano Allegri. Douglas Costa si è subito distinto per alcune frasi ad effetto che stanno facendo dell'esterno brasiliano un nuovo idolo dei tifosi bianconeri. Determinazione, carisma, voglia di riscatto: tutti elementi che potrebbero finalmente dare alla Juventus quel quid in più per poter portare a casa la tanto desiderata Champions League.

Douglas Costa esalta Higuain.

Il neo acquisto che fa dimenticare Bonucci.

Piedi buoni in campo, cervello fino fuori. Douglas Costa si è dimostrato già avvezzo nell'affrontare al meglio la presentazione ufficiale in casa Juventus come neo acquisto top del calciomercato estivo dei campioni d'Italia. E' lui il nome che deve far dimenticare altre partenze scottanti, come Dani Alves o Leonardo Bonucci e le prime dichiarazioni dell'esterno brasiliano fanno ben sperare per un binomio con la Juventus, vincente.

Col Pepita coppia da gol.

La parola d'ordine, ovviamente è vincere e Douglas Costa non vede l'ora di poterlo fare, magari ispirando Gonzalo Higuain o Dybala, le stelle di diamante nel reparto offensivo della Juventus: "Gonzalo è un attaccante che mi piace molto e c'è una buona possibilità che quest'anno segni ancora di più. Potrò fargli molti assist e spero di riuscire anche grazie ai suoi gol di alzare la Champions League".

Douglas Costa e la voglia da Champions.

Il feeling con Allegri.

Un feeling con la Juve, con i nuovi compagni e con mister Ancelotti che è già nato, ancor prima della presentazione ufficiale e che si spera possa crescere ancora di più: "Ho parlato con Allegri che mi ha accolto molto bene così come i compagni. Ci vorrà un po' per trovare il giusto rapporto con tutto il resto della squadra, ma mi hanno già dato dei consigli e sono molto contento. La Juve è forte, a Cardiff è mancata un po' di fortuna per poter alzare la coppa. A volte è questione di dettagli"

I consigli di Alex Sandro e Vidal.

Di esperienza ne ha maturata tanta anche in Germania alla corte del Bayern Monaco. In Bundesliga ha imparato cosa significhi giocare ad alti livelli e con Carlo Ancelotti in panchina ha anche assaporato un po' di tattica all'italiana: "La Serie A è un campionato perfetto per me, mi piace molto anche se non mi piace molto il contatto fisico e qui ce n'è molto. Ho parlato con Alex Sandro perché abbiamo giocato insieme in nazionale e mi ha rassicurato, Vidal mi ha detto che la Juventus è una società grandissima con tantissimi tifosi. Se sono qui è anche per lui".

Douglas Costa e il 4-2-3-1 di Allegri, ecco come giocherà la Juve.

Esterno su entrambe le fasce, bravo come trequartista.

Con Douglas Costa in campo, per Allegri sarà più facie avere valide alternative e cambiare anche modulo di gioco confidando nella facilità del brasiliano nel riuscire a smarcare al momento giusto e nei posti giusti i propri compagni.  La ragione dell'acquisto potrebbe risiedere nella natura del 4-2-3-1 adottato da Massimiliano Allegri nella seconda parte della passata stagione. Nato come trequartista nel Gremio, per le sue straordinarie doti atletiche è stato trasformato in giocatore esterno da Mircea Lucescu, oggi sa giocare su entrambe le fasce.

Douglas Costa, il miglior assistman della Bundesliga.

E' un abilissimo assist-man e un realizzatore part time. Douglas Costa preferisce inventare per i compagni, proporre lanci perchè siano gli altri a esultare per i gol. E questo mestiere nel corso delle stagioni è riuscito a svolgerlo benissimo. Un dato su tutti: nell'anno di Pep Guardiola come allenatore del Bayern Monaco fu proprio Douglas Costa a mettere a segno un infinito numero di assist per i propri compagni tanto da risultare il migliore in tutta la Bundesliga.