Da domenica sera potrebbe scattare il countdown per il Triplete bianconero. La sfida con la Roma, infatti potrebbe dare il primo obiettivo in mano alla Juventus, il tricolore. Basterebbe un pareggio contro i giallorossi, un risultato alla portata degli uomini di allegri che poi potrebbero pensare al match di metà settimana, la finale di Coppa Italia. Di fronte, un'altra romana, la Lazio contro cui provare a conquistare il secondo titolo, in attesa di quello più importante, la Champions. Infatti il 3 giugno potrebbe completarsi l'opera che consegnerebbe i bianconeri alla storia del calcio internazionale. Ma a Vinovo predicano calma e tranquillità: nulla è ancora vinto, si affronta un ostacolo alla volta senza pensare ad altro. Il segreto che ha portato oggi la Juve a giocarsi il titolo di migliore del Vecchio Continente.

Il Triplete per la storia – Sono giorni intensi e di grandi emozioni per la Juventus arrivata nel finale di stagione in corsa per tutti gli obiettivi, giorni in cui si decide tutto. Vietato sbagliare, distrarsi, pensare di aver già vinto. E' questo il segreto per vedere ogni volta che scende in campo, la squadra bianconera affamata di risultati. Andrea Barzagli, che della Juventus è uno dei pilastri di un progetto che potrebbe culminare con lo storico Tris, lo spiega bene: "Il segreto è lavorare un giorno per volta. Non possiamo pensare troppo in avanti, domani abbiamo allenamento, poi due partite molto importanti a Roma. Speriamo di toglierci delle soddisfazioni, al termine di una grande stagione. Ogni anno partiamo per vincere tutto e questa è la stagione in cui potrebbe arrivare il giusto coronamento ad anni di lavoro: siamo molto concentrati per chiudere il discorso domenica con la Roma".

Cardiff, rivincita europea – Dopo la sfida con i giallorossi, ci sarà la finale di Coppa Italia sempre all'Olimpico contro la Lazio e poi il 3 giugno quella di Champions League a Cardiff, il vero grande sogno della tifoseria bianconera: "Il nostro percorso in questa edizione è stato quasi perfetto, ora dobbiamo dimostrare di aver acquisito una consapevolezza vincente. Affronteremo la partita di Cardiff con una mentalità differente rispetto a quella di Berlino, sapendo che non puoi concedere un millimetro perché conosciamo il valore del Real".

Un Triplete da Pallone d'Oro – Una finale che renderebbe unico un ciclo iniziato con Antonio Conte e proseguito con Allegri. Soprattutto per i senatori, chi c'è sempre stato ed è stato fondamento del progetto. Barzagli, Chiellini, Bonucci ma soprattutto Buffon oramai arrivato al capolinea ma con la voglia di chiudere col botto: "Penso che se Gigi meriterebbe di conquistare il Pallone d'Oro. Non per la carriera ma per quanto sta facendo anche quest'anno in cui ha dimostrato di essere al top, insieme ai grandissimi campioni internazionali. Ma penso anche che, prima di pensare al Pallone D'Oro, Gigi voglia come tutti noi alzare la Coppa a giugno"