A San Benedetto del Tronto, l'Inter di Spalletti si toglie una piccola soddisfazione vincendo di misura ma convincendo per larghi tratti del match, la sfida contro gli spagnoli del Villarreal. Spalletti ha messo in campo un undici praticamente titolare che ha visto Eder unico terminale offensivo (Icardi è entrato nella ripresa). Proprio l'ex Sampdoria ha segnato il primo gol, imitato prima della fine del primo tempo da Soldado. Nella ripresa, magia di Jovetic prima del tris di Brozovic che ha regalato il successo finale. Ottima la prestazione di Skriniar, uscito tra gli applausi dei presenti.

Primo tempo: Eder-Soldado, botta e risposta.

Il primo tempo vede un'Inter che parte subito con il piede sull'acceleratore. La squadra di Luciano Spalletti è ancora a rodaggio non completo ma gli schemi e le giocate di chi veste nerazzurro da tempo si notano subito e con pochi cambiamenti rispetto alla passata stagione appare chiaro che chi è in campo sa trovare i propri compagni senza problemi. E' il caso dell'azione in occasione del primo vantaggio nerazzurro quando Candreva scatta sulla destra e senza guardare offre a centro area un rasoterra invitante. Eder anticipa in corsa e piazza la rete dell'1-0.

Gloria nerazzurra che però si spegne un quarto d'ira dopo, rovinando un primo tempo giocato comunque bene dalla banda Spalletti. A superare Handanovic al 39′ è Soldado che trova la rete del pareggio poco primo del fischio che sancisce l'intervallo.

Secondo tempo: Jovetic e Brozovic, tris.

Nella ripresa Spalletti prova a dare spazio anche a chi non è sceso in campo nei primi 45 minuti. Così trovano minuti importanti anche Jovetic, Ansaldi, Murillo e l'esordiente Vecino. E dopo soli 5 minuti, proprio il montenegrino si inventa uno spettacolare gol che rilancia ancora l'Inter sul 2-1: controllo in corsa al limite dell'area e dopo un rimpallo, bicicletta con pallone che si insacca sotto la traversa.

L'Inter gioca meglio, il Villarreal fatica a trovare la pronta risposta. Quando esce dal campo Skriniar per lasciare il posto a Ranocchia nelle battute finali, per l'ex Sampdoria arrivano anche gli applausi del pubblico presente. Nel finale l'ultima emozione la regala Brozovic che a tempo caduto sigla il tris nerazzurro. L'Inter vince e a tratti, diverte.