in foto: L'Inter in campo a Brunico – Fonte: Twitter Inter Fc

Dopo il pareggio senza reti di un anno fa ottenuto dalla squadra di Roberto Mancini, la nuova Inter di Luciano Spalletti ha invece vinto contro lo stesso avversario: la formazione di seconda divisione austriaca del WSG Wattens. Nel centro sportivo di Riscone di Brunico, davanti agli "aficionados" nerazzurri, i milanesi hanno dunque festeggiato il loro primo successo estivo. In attesa di test molti più impegnativi (dal 21 al 29 luglio, Icardi e compagni se la vedranno con Schalke 04, Lione, Bayern Monaco e Chelsea per l'International Champions Cup), Spalletti ha brindato ai suoi ragazzi e tratto spunti interessanti dalla sgambata contro gli austriaci. A regalare al tecnico di Certaldo il primo sorriso, sono stati i due "baby" della Primavera campione d'Italia: Pinamonti e Rover.

Un successo della Primavera.

Scesa in campo con una formazione rimaneggiata (senza diversi big e con molti giovani in campo), l'Inter ha trovato il gol al 27esimo grazie alla rete di Pinamonti: bravo a sfruttare la gran discesa sulla sinistra di Sala e a freddare il portiere austriaco. Nella ripresa, dopo un turnover completo ed il palo di Zaniolo, il WSG Wattens è riuscito a trovare il pareggio con Zanger che ha battuto il nuovo acquisto Padelli con un tocco da due passi. A cinque minuti dal termine, ci ha pensato il 18enne Rover a riportare in avanti l'Inter e a chiudere il match amichevole sul 2-1.

Borja Valero atteso dalle visite mediche.

Il primo successo di Spalletti sulla panchina interista, ha preceduto di poche ore le visite mediche di Borja Valero. Lo spagnolo è infatti già arrivato a Milano ed è pronto per cominciare la sua nuova esperienza italiana. Per l'operazione che ha portato il centrocampista all'Inter, nelle casse della Fiorentina finiranno 5,5 milioni più 1 milione e mezzo di bonus legati agli obiettivi che la squadra di Spalletti riuscirà a centrare nei prossimi tre anni.