Il risultato contava, così come era importante capire come avrebbe reagito la San Siro nerazzurra a giorni di distanza dagli episodi dello Stadium. Nonostante le parole di Allegri e dello stesso Pioli, che in settimana avevano gettato acqua sul fuoco, il Meazza ha voluto dire la sua con una forma suggestiva quanto inusuale per il nostro calcio. Prima del fischio iniziale della gara contro l’Empoli, i tifosi hanno infatti messo in scena la "pañolada" e sventolato dei fazzoletti bianchi come forma di protesta per quanto accaduto domenica scorsa allo Juventus Stadium. Una presa di posizione che Stefano Pioli ha commentato a fine gara, poco dopo aver detto la sua sulle parole di Nicola Rizzoli davanti alle telecamere delle "Iene": "Incredibile, non avevo mai visto una cosa del genere – ha esordito l'allenatore in conferenza stampa – E' sicuramente particolare e l'ho presa con un po' di sorpresa".

Stefano Pioli non guarda al futuro.

A chi ha cercato di rianimare una discussione già spenta, il tecnico ha poi risposto facendo suonare lo stesso disco delle ultime ore: "Ma io a Rizzoli ho già detto quello che pensavo alla fine della partita di Torino – ha dichiarato il mister – Per me è finita lì, comunque quando incontrerò Rizzoli ne parleremo". In attesa di incrociare il fischietto bolognese, Pioli si gode la sua Inter: tornata alla vittoria dopo il passo falso contro la Juventus. Per il tecnico l'obiettivo è centrare l'Europa che conta, ma anche quello di strappare una conferma per la prossima stagione: "Prima pensiamo al presente, che è troppo importante – ha concluso l'ex allenatore della Lazio – Abbiamo un obiettivo importante. Dobbiamo vincere più partite possibili e poi penseremo al futuro. Solo se rimarremo concentrati su questo, potremo fare bene".