L’algerino Yacine Brahimi accende le fantasie di mercato del Milan e dell’Inter. La notizia l’ha rivelata il ‘Sun’ che ha svelato un derby di mercato tra le società di Yonghong Li e Suning sul giocatore offensivo del Porto. Ma le squadre milanesi devono guardarsi anche dall’Arsenal che rischia di perdere Ozil e Alexis Sanchez e sarebbe già pronto a presentare un’offerta ai ‘Dragoni’. Brahimi, che è stato seguito anche dalla Juventus ed è un obiettivo pure del Marsiglia di Rudi Garcia, ha ventisette anni e non costa poco. Perché il Porto, società abilissima a rivendere i suoi calciatori, chiede circa 40 milioni di euro.

Yacine Brahimi è nato a Parigi nel 1990, ha il doppio passaporto, è comunitario, ma è nazionale algerino. Il giocatore del Porto è molto tecnico ed è un calciatore moderno. La sua carriera l’ha iniziata con le giovanili del Rennes con cui ha giocato per due stagioni da professionista, dopo aver esordito con il Clermont Foot. I Pozzo, che sono grandi intenditori di calcio, lo acquistano e lo portano al Granada nel 2012 con cui gioca tanto, ma riesce a far vedere solo in parte le sue qualità. Il Porto lo acquista nel 2014 e con i ‘Dragoni’ cresce in modo rapido. Già nell’estate 2015 il Milan lo aveva trattato, ma i 60 milioni chiesti dal Porto fecero virare Galliani su Bertolacci. Brahimi nel frattempo è ulteriormente cresciuto e con 6 gol e 4 assist in 28 partite è entrato nel mirino di parecchie squadre importanti.

Milan e Inter dunque si preparano alla battaglia anche sul mercato, ma devono comunque stare attente all’Arsenal e al Marsiglia, che ha grandi ambizioni e grosse possibilità economiche. Brahimi servirebbe forse più al Milan che all’Inter. Perché i nerazzurri in avanti sono già coperti con Perisic e Candreva, mentre i rossoneri potrebbero prenderlo come sostituto di Deulofeu, che pare vicino al Barcellona.