L’ulteriore salto di qualità in casa Napoli per poter lottare su tutti i fronti e puntare alla conquista dello scudetto passa attraverso il mercato. La volontà della dirigenza azzurra è quella di confermare più o meno in blocco la rosa, partendo dai giocatori più rappresentativi, piazzando poi innesti mirati per permettere a Sarri di disporre di rinforzi competitivi. A tal proposito già da settimane la società è al lavoro per blindare due delle stelle più brillanti della squadra azzurra, ovvero Mertens e Insigne con la speranza di ottenere l’intesa sul rinnovo contrattuale. Sono loro le colonne, insieme al capitano Hamsik, su cui costruire la squadra che nella prossima annata dovrà puntare ad arrivare in fondo a tutti gli obiettivi.

La situazione attualmente più in discesa sembra essere quella relativa al “Magnifico” protagonista nelle ultime uscite di un rendimento in crescendo. Le dichiarazioni pubbliche dell’attaccante, hanno spinto la dirigenza a rivedere la propria posizione con la volontà di assecondare in parte le richieste del ragazzo. Nelle prossime settimane dunque dovrebbe arrivare la fumata bianca, dopo l’accordo sui diritti d’immagine, per un rinnovo fino al 2022 con un ingaggio di 4-5 milioni di euro a stagione, senza clausole rescissorie.

La trattativa per il rinnovo di Mertens è più difficile di quella del suo compagno di reparto. In ballo infatti c’è anche la vita privata del belga, e il rapporto con la moglie che secondo le discrezioni starebbe spingendo per un addio agli azzurri. La situazione di certo sembra essere migliorata rispetto alle scorse settimane anche grazie all’incontro tra De Laurentiis e gli agenti del giocatore in occasione di Napoli-Udinese. Secondo quanto riportato da “Il Mattino” infatti il presidente che non vuole perdere il capocannoniere stagionale degli azzurri, avrebbe messo sul piatto del rinnovo anche la possibilità di garantire nuove opportunità di lavoro alla compagna di Mertens. Quest’ultimo inoltre potrebbe essere assecondato sulla possibilità dell’inserimento di una clausola rescissoria di 20 milioni che gli permetterebbe di lasciare il club in caso di offerta giusta.