L’elenco dei no illustri alle super offerte cinesi si allunga. Dopo i rifiuti degli attaccanti Kalinic, Bacca e Rooney, che poteva diventare il calciatore più pagato al momento se avesse accettato, avrebbe detto di no a un ingaggio da 35 milioni netti a stagione Andrés Iniesta. La notizia l’ha svelata, sul suo portale, il quotidiano spagnolo ‘AS’. Il motivo del no è abbastanza semplice: ‘L’illusionista’ vuole continuare a vincere con il Barcellona e vuole arrivare nelle condizioni migliori ai Mondiali del 2018. Il club catalano fa festa per questa scelta e avrebbe proposto al centrocampista il prolungamento del suo contratto addirittura fino al 2020.

No alla Cina – Non deve affatto sorprendere questa scelta, perché Iniesta nonostante abbia quasi trentatré anni (li compirà tra un paio di mesi) è un ragazzo serio, intelligente che ha già pensato al dopo calcio aprendo un’azienda vinicola e che, avendo anche già guadagnato tantissimo, rifiuta una valanga di soldi perché preferisce rimanere nel calcio che conta e proverà ad arricchire la sua già favolosa bacheca.

Caccia al record – Iniesta è nella storia del Barcellona anche perché, assieme a Messi, è il calciatore blaugrana che ha vinto più titoli. Don Andrés ha conquistato la bellezza di 30 trofei, divise così: 8 vittorie nella Liga, 7 in Coppa del Re, 4 nella Supercoppa di Spagna; poi ha vinto 4 Champions League, 3 Mondiali per Club ed ha conquistato 3 volte la Supercoppa Europea. La possibilità di ampliare la bacheca è notevole, perché il Barcellona è in corsa in Champions e nella Liga ed è già in finale di Coppa del Re. Insomma il centrocampista, che con la Spagna ha vinto un Mondiale e due Europei, ha la possibilità di andare alla caccia di Ryan Giggs. Il gallese è il giocatore che nella storia del calcio ha vinto più trofei, ben 36.