A pochi secondi dallo scoccare della mezzanotte fra il 31 dicembre ed il 1 gennaio alcuni prolifici attaccanti, nel più consueto dei desideri da rincorrere per l'anno successivo, avranno di sicuro chiesto salute, forza ma soprattutto continuità di rendimento e tanti, tantissimi gol nel 2017. Ebbene, il fato per alcuni di loro è stato benevolo con un avvio di anno davvero entusiasmante fatto di reti, punti pesanti, prime pagine e interessi di mercato. In questo contesto, quindi, vediamo i bomber più forti sotto porta dei top 5 campionati d’Europa, Champions ed Europa League comprese in questi primi 71 giorni dell'anno domini 2017.

Belotti, in ottima compagnia.

Sul terzo gradino del podio, invece, troviamo diversi calciatori di grandissima qualità con, però una differenza importante: fra questi, nessuno batte in termini di media gol il “Gallo” Belotti. E sì perché se a quota 9 troviamo, sempre tenendo presenti le gare di campionato più quelle delle maggiori competizioni continentali (Champions ed Europa League), i vari Aubameyang (9 gol in 9 match), Lukaku (9 reti in altrettante gare), Dzeko (9 segnature in 11 sfide) e Higuain (9 realizzazioni in 12 incontri), il numero 9 del Torino fa registrare una media reti di 1,13 frutto, in attesa del monday night con la Lazio, di 9 marcature in appena 8 gare del 2017. Un rendimento importante che, unito a quello di Ciro Immobile (peraltro avversario di domani sera con 7 reti nel 2017), fa ben sperare l’intero movimento calcistico nazionale.

Lacazette e Messi a quota 12.

A spadroneggiare in questo avvio di anno per reti messe a segno troviamo due calciatori come Lionel Messi e Alexandre Lacazette. In attesa delle gare di oggi contro Deportivo La Coruna e Tolosa, infatti, i due (peraltro compatibilissimi in una eventuale coppia d’attacco) sono finora a quota 12. E se per il 10 del Barcellona tutto questo non sembra essere una novità (lo scorso anno la Pulga ha chiuso la stagione a quota 41 gol fatti), per il transalpino questo rendimento, a 25 anni compiuti, sembra essere la definitiva consacrazione di un ragazzo che da sempre aveva fatto intravedere ottime potenzialità. Un rendimento comune comunque che, Dost dello Sporting Lisbona a parte, è il migliore dell’anno con un 2017, almeno per il momento con i trofei più ambiti ancora da assegnare, da incorniciare.

Lacazette

Cavani e Harry Kane.

In seconda posizione in questa particolare classifica troviamo tre attaccanti di grandissimo valore, e non parliamo solo in senso figurato (valutazione complessiva di 175 milioni di euro), come Robert Lewandowski del Bayern, Edinson Cavani del PSG e Harry Kane del Tottenham.

Cavani

Un eventuale tridente da paura “fermo”, si fa per dire, a 11 reti in questi 71 giorni iniziali con il polacco leggermente più avanti in termini di media gol per partita per via delle sue 11 segnature in 10 gare giocate. Un ruolino di marcia comunque importante per tre talenti che rappresentano per le rispettive squadre, nelle varie Bundes, Ligue 1 e Premier, la punta centrale a cui affidare le proprie speranze e le rispettive ambizioni di classifica.

I cannonieri d'Europa fra tornei nazionali, Champions ed Europa League (transfermarkt)in foto: I cannonieri d'Europa fra tornei nazionali, Champions ed Europa League (transfermarkt)

Mertens, Suarez e CR7.

A chiudere questa rassegna dei bomber del nuovo anno, troviamo tanti calciatori di grandissime qualità. Appaiati a quota 8, infatti, ci sono il folletto belga del Napoli Dries Mertens, l’astro nascente del calcio transalpino Mbappé del Monaco, il lusitano del Real Madrid Cristiano Ronaldo, Luis Suarez del Barcellona e Griezmann dell’Atletico Madrid.

Mertens