Le parole di Dani Alves su Paulo Dybala non sono piaciute ai tifosi bianconeri che vedono nella Joya argentina l'ultimo dei talenti da tenersi stretti per i prossimi dieci anni, davanti ad un mercato sempre più feroce e pronto a strappare i migliori a suon di milioni. Basti vedere la recente storia del campionato italiano, dove molti sono passati ma pochissimi rimasti, alla ricerca di stimoli e soldi che la Serie A al momento fatica a donare. Ma l'invito ironico del brasiliano al compagno di lasciare la Juventus per poter crescere ancora è stato talmente mal digerito dallo scatenare la rabbia sul web.

L'altra faccia della medaglia – Molti vorrebbero che l'ex Barcellona oggi salutasse la Juventus, ‘indegno' di vestire la maglia bianconera, la stessa che indossa con maggior dignità Paulo Dybala, autentico beniamino delle folle. Parole forse infelici, ma anche realiste. Dani Alves ha ragione, in parte, a consigliare alla Joya di guardarsi anche oltre le Alpi, verso gli altri campionati europei, laddove oltre ai soldi c'è anche una qualità migliore della nostra.

La rabbia del popolo bianconero – Ma i tifosi della Juventus sono scesi in piazza, in rivolta, sui social, contro Dani Alves. "Sei finito", "Te ne devi andare tu, non Dybala", "Buffone", "game over" sono alcuni dei commenti rivolti al brasiliano per l'intervista rilasciata alla tv brasiliana Esporte Interativo. In quel frangente, il brasiliano consigliava a Dybala di lasciare la Juventus per migliorare. La rabbia del popolo bianconero per quelle parole ha invaso i profili social del calciatore, precipitato nel gradimento dei tifosi. "Vergognati, ciò che hai detto è inaccettabile". Da neo idolo per il suo finale di stagione in crescendo che aveva permesso alla Juve di vincere Coppa Italia e scudetto e giocarsi la Champions a Cardiff, oggi Dani Alves è sul banco degli imputati,  con la valigia in mano.