Otto grandi squadre, un unico obiettivo: arrivare a giocarsi la finale di Cardiff. Dopo Bayern Monaco, Real Madrid, Borussia Dortmund, Barcellona, Juventus e Leicester, tra le otto grandi che si trasferiranno a Nyon per i sorteggi dei quarti di finale, ci sono anche Monaco ed Atletico Madrid. Venerdi alle ore 12, presso il quartier generale svizzero dell'Uefa, la Champions League entrerà dunque nel vivo e nella sua fase più emozionante ed avvincente grazie ai sorteggi che, come da copione, potrebbero anche mettere una contro l'altra squadre dello stesso paese. Il calcio d'inizio delle prime gare dei quarti, sarà l'11 e il 12 aprile. Meno di un mese, dunque, per tornare a riascoltare l'ormai famoso inno del massimo torneo continentale.

Guardiola bastonato a Montecarlo.

La partita più combattuta della seconda giornata degli ottavi, è andata in scena allo "Stade Louis II" di Montecarlo. Dopo il pirotecnico 5-3 dell'andata, Monaco e Manchester City hanno dato vita ad una partita a tratti spettacolare. Grande merito della bella serata nel lussuoso salotto monegasco, è della squadra di Jardim: incontenibile per larghi tratti della gara. Senza Falcao infortunato, il Monaco ha capitalizzato la sua superiorità nel primo tempo grazie alle reti di Mbappè (all'ottavo minuto) e di Fabinho alla mezz'ora. Imbattuto in Europa contro squadre francesi, il Manchester City ha giocato un secondo tempo tutto grinta e orgoglio ma, nonostante il gol del 2-1 di Sanè, ha dovuto alla fine arrendersi al terzo gol di Bakayoko e alla clamorosa eliminazione dalla Champions League

Pari e patta a Madrid.

Match decisamente più equilibrato al "Vicente Calderon". Forte della vittoria colta in Germania, l'Atletico Madrid ha portato a casa la qualificazione nonostante gli sforzi delle "aspirine" di Tayfun Korkut: spesso e volentieri pericolose davanti ad un Oblak in serata di grazia. Tante le occasioni sul terreno di gioco spagnolo. Correa e Griezmann sono stati tra i più pericolosi sul versante madrileno, mentre tra i tedeschi le chance più ghiotte sono capitate a Volland e al Chicharito Hernandez. Il risultato colto davanti ai propri tifosi, permette così ai "Colchoneros" di approdare alla fase successiva e di confermare la statistica che li vede sempre ai quarti di finale da quando è arrivato Diego Simeone. Per il Bayer Leverkusen, che aveva gettato via la qualificazione all'andata, la magra consolazione di un'eliminazione a testa alta.