L'annuncio ufficiale era arrivato come oramai è divenuto un classico negli ultimi anni, sul profilo Twitter del Guangzhou che salutava con una bella foto l'arrivo del bomber di Biella che aveva appena concluso il suo rapporto con il Genoa dove i contrasti con l'allenatore Gasperini sono risultati insanabili. Il costo del trasferimento di Alberto Gilardino al club allenato da Marcello Lippi è stato di 5 milioni di euro complessivi. Il giocatore ha firmato un contratto che lo lega al Guangzhou per due anni e mezzo e indosserà la maglia numero 38. Soddisfazione da parte del club cinese e dell'attaccante che proverà a rinverdire il suo feeling con i gol anche in Asia, dove ci sono tantissime attese su di lui. Che al momento ricambia a parole in attesa di dimostrarlo sul campo.

Voglia di riscatto.

"Sono molto felice di essere qui, la trattativa e' stata molto lunga ma sono contento di essere arrivato. Conosco lo staff, il mister, Diamanti, e' un buon inizio per questa avventura e i miei nuovi compagni sono nel pieno della stagione. Io al contrario sono stato fermo per le vacanze e ho bisogno di un po' di tempo per ritrovare la forma migliore, soprattutto per questo motivo dovrò lavorare tanto in queste due settimane e spero di riuscire a entrare in forma il prima possibile per dare una mano ai miei compagni".

Pronto a suonare il violino.

Gilardino non ha mai nascosto anche di voler tornare un giorno in Italia, dove conludere la sua carriera. La parentesi cinese, dunque, sarebbe solo temporanea avendo trovato una società e uno staff tecnico pronto a credere ancora in lui, laddove in serie A gli si sono chiuse troppe porte: "Spero accada presto anche di poter suonare il violino. Appena giocherò le prime partite, se riuscirò a segnare lo farò anche qua per i miei nuovi tifosi".