Doccia fredda per il Real Madrid. Sembrava fatta per le merengues, meritatamente in vantaggio di un gol nel super derby contro l’Atletico. La squadra di Zidane avanti grazie ad una rete di Pepe, è stata invece beffata nel finale da Griezmann che ha fissato il risultato sull’1-1 frenando la corsa verso il titolo dei padroni di casa. Non è bastato dunque agli uomini di Zidane giocare meglio dei cugini, meno incisivi e aggressivi del solito e letteralmente salvati in più di un’occasione dal proprio portiere Oblak. Alla fine ci ha pensato una disattenzione difensiva a permettere al Barcellona di avere la possibilità, in caso di vittoria sul Malaga, di operare il sorpasso sul Real (che ha una partita da recuperare) in vetta alla Liga.

Pochi dubbi di formazione per Zidane che schiera l’artiglieria pesante, affidandosi al trio formato da Bale, Benzema e Ronaldo. Simeone risponde con il classico 4-4-2 con Torres in coppia con Griezmann in avanti, al posto di Gameiro. Nel primo tempo è soprattutto il portiere dei Colchoneros Oblak a conquistare la scena: doppio intervento su Ronaldo per negare la gioia del gol al portoghese. Quando l’estremo difensore non arriva sulla sfera ci pensa Savic a salvarlo. Alla mezz’ora l’ex difensore della Fiorentina, salva la sua porta ribattendo sulla linea un altro tentativo di CR7. Anche gli ospiti non disdegnano le sortite offensive soprattutto in contropiede con l’occasione più pericolosa per il “Piccolo diavolo” Griezmann che costringe con un tiro velenoso Navas all’intervento decisivo.

In avvio di ripresa, le merengues cambiano marcia con l’Atletico che sembra non riuscire a trovare le contromisure. E’ ancora Oblak a tenere a galla i suoi su un tentativo di Benzema da posizione ravvicinata su sponda di Ronaldo. Al 53’ però anche il portiere deve arrendersi a Pepe che svetta in area e con un colpo di testa perfetto regala il vantaggio ai suoi. La reazione degli ospiti arriva da Fernando Torres che nell’uno contro uno perde il duello con l’estremo difensore del Real, confermandosi in giornata no.

Il match sembra scivolare verso la conclusione con Zidane costretto ad inserire Nacho per l’infortunato Pepe. E invece con un guizzo Griezmann ammutolisce il Bernabeu finalizzando nel migliore dei modi un break dell’Atletico. Doccia fredda per i padroni di casa, ma anche per Alessio Cerci: Simeone era pronto ad inserire per la prima volta in stagione l'esterno italiano, ma dopo il pareggio ha deciso di cambiare sostituzione. Quello del francese è il gol che chiude di fatto la partita, regalando alla squadra di Simeone un punto dal peso specifico notevole. Doccia fredda invece per Zidane che già assaporava i 3 punti e la fuga sul Barça.