La Roma vince a Bergamo contro l’Atalanta e risponde a Juventus e Napoli, che in scioltezza hanno ottenuto i tre punti negli anticipi della prima giornata. Di Francesco inizia da tecnico giallorosso con una vittoria pesante su un campo difficile. Il match è stato deciso da una punizione di Kolarov. La Roma ora guarda con maggiore fiducia al match con l’Inter della seconda giornata. Mentre l’Atalanta a Napoli cercherà il riscatto sabato prossimo.

Punizione vincente di Kolarov.

Il match è tutt’altro che spettacolare. Non per via del caldo estivo, ma perché i tecnici delle due squadre sono dei grandissimi tattici. Gasperini rispetto alla squadra della passata stagione non ha Conti e Kessié e non ha nemmeno lo squalificato Caldara. In campo Palomino, Hateboer e Gosens. Solito 4-3-3 per Di Francesco con Juan Jesus in difesa e Defrel nel tridente in posizione da esterno. Le occasioni sono pochissime. Quelle migliori le ha l’Atalanta, ma né Gomez né Kurtic riescono a battere il sicurissimo Alisson, da quest’anno titolare anche in campionato. Poco dopo la mezz’ora Kolarov con una punizione furba sorprende Berisha e regala il vantaggio alla Roma.

Palo di Ilicic.

I ritmi nella ripresa sembrano un po’ più alti. L’Atalanta in avvio cerca il gol del pari. Petagna ha una buona occasione, ma non riesce a sfruttarla. La sua conclusione è blanda. Alisson blocca. L’attaccante viene sostituito dal danese Cornelius, che subito inizia a fare a sportelliste con Manolas. Lo sprint della squadra di casa però dura molto poco ed è la Roma ad avere le occasioni più pericolose con Dzeko, che però non ha la stessa verve della passata stagione. Gasperini si gioca la carta Ilicic, mentre Di Francesco risponde con El Shaarawy. Nulla cambia per entrambe le squadre. Bruno Peres accusa un problema inguinale e alza bandiera bianca. Al suo posto entra Fazio. La Roma non brilla, ma mantiene il vantaggio mentre l’Atalanta ci prova con l’onnipresente ‘Papu’ Gomez e con Ilicic, che centra il palo negli ultimi minuti. La Roma vince 1-0.