Nonostante la sua ultima dichiarazione offensiva nei confronti del paese e del calciofrancese, Zlatan Ibrahimovic continua ad avere seguaci anche fuori dalla città di Parigi, dove per i tifosi del Paris Saint-Germain lo svedese rimane un punto fermo della squadra di Laurent Blanc. A testimonianza di un affetto che valica la Tour Eiffel, le recenti elezioni dipartimentali di Sainte-Florine, piccolo comune francese situato nel dipartimento dell'Alta Loira. Durante lo spoglio dei voti, infatti, gli scrutatori di un seggio sono rimasti sorpresi dallo scoprire che un elettore aveva indicato il nome dell'attaccante del Psg, insieme a quello di Valérie Trierweiler, ex compagna del presidente Hollande. Un episodio curioso che, gli stessi scrutatori, hanno fotografato con un cellulare e postato sull'account Twitter dal quotidiano locale "La Montagne". Una provocazione bella e buona, quella dell'anonimo elettore, che ha utilizzato il personaggio (forse) più scomodo che attualmente milita in Ligue 1.

Ibra pronto a dire "Adieu" – Il voto preso dallo svedese, durante queste elezioni, non è altro che l'ultimo "incrocio" tra i rappresentanti della classe politica transalpina e la carriera francese di Zlatan Ibrahimovic. Poche ore dopo la sua ormai famosa dichiarazione polemica ("Non ho mai visto un arbitro così mediocre in questo paese di m…!"), furono in molti i politici francesi a rispondere per le rime all'uscita poco educata di Ibra, tra questi anche Marine Le Pen, europarlamentare e presidente del Fronte Nazionale: "Quelli che pensano che la Francia sia un paese di m… possono anche andarsene". Al di là del voto di sostegno, giunto da Sainte-Florine, Zlatan Ibrahimovic pare al passo d'addio nella sua avventura a Parigi. Lo sfogo di Bordeaux potrebbe, infatti, diventare nella classica goccia che fa traboccare il vaso di Ibra. Al giocatore svedese, inoltre, non mancano certo proposte allettanti sulle quali fare un profondo ragionamento insieme al suo procuratore Mino Raiola. Al di là della suggestione italiana (al Milan lo riprenderebbero al volo, ma mancano al momenti i fondi necessari), rimane percorribile la pista inglese che, secondo i bookmakers britannici, non è poi così remota.