Il calcio francese è stato shock e la carriera di un giovane calciatore è seriamente a rischio, dopo l'episodio di cronaca accaduto nel corso delle ultime ore. Come riferito da "L'Equipe", giovedi sera il giocatore del Reims e della nazionale Under 21 francese, Antoine Conte, si è reso protagonista di una durissima colluttazione con un suo coetaneo: giunto in soccorso della fidanzata del difensore di origini guineane. L'ex "enfant prodige" del Paris Saint-Germain ha infatti avuto una violenta discussione con la propria fidanzata: rincorsa fuori dall'abitazione e minacciata con una mazza da baseball. A dividere i due, è così intervenuto lo sfortunato ragazzo al quale Conte ha rifilato un violento colpo in testa procurandogli un forte trauma cranico con emorragia cerebrale. Subito arrestato dalla polizia, Conte rischia ora fino a cinque anni di carcere. Una posizione che potrebbe anche diventare più critica, visto che il ragazzo è tutt'ora ricoverato in ospedale in condizioni gravi.

Lo sgomento dello Stade de Reims.

Nato a Parigi e cresciuto calcisticamente nel Psg, squadra con la quale ha esordito nel febbraio 2013 durante il match contro il Tolosa, Conte è dunque finito su tutte le prime pagine dei giornali transalpini per la sua violenta aggressione. Il suo attuale club, lo Stade de Reims, ha ovviamente preso subito le distanze dal raptus di follia del proprio giocatore con un comunicato pubblicato sul sito ufficiale e rilanciato dal profilo Twitter: "Prendiamo atto con sgomento degli atti riprovevoli di violenza che sarebbero attribuiti ad Antoine Conte ed è vicino al giovane ferito e alla fidanzata. Il club condanna con la massima fermezza questo episodio che va contro i nostri valori". Come ha ricordato il club francese di Ligue 2, Conte dovrà ora rispondere delle sue azioni che, se provate dalle autorità competenti, potrebbero portare a una punizione esemplare.