Skriniar carponi, in area di rigore dopo il goffo intervento falloso su Keita, con l'arbitro che estrae il cartellino rosso e condanna la Sampdoria al tracollo domenicale. È questa l'immagine del flop 11 della 35a giornata di serie A e non potrebbe essere diversamente. Il 7-3 inflitto dalla Lazio ai blucerchiati condiziona inevitabilmente la composizione della peggiore formazione del weekend, a forti tinte blu doriane. Sono ben sette i giocatori di Giampaolo, concentrati tra reparto arretrato e centrocampo.

In primis il portiere, Puggioni (4), e anche in questo caso non potrebbe essere diversamente, alla luce dei sette gol incassati: la prestazione di squadra è pessima, ma l'estremo difensore non riesce a limitare i pesanti danni. Davanti a lui l'intero reparto, a cominciare dal già citato Skriniar (4), ma con lui anche Bereszynski (4), Dodò (4) e Regini (4), tutti estremamente deleteri per la fase difensiva dei blucerchiati. A centrocampo quindi completano il quadro Barreto (4,5) e Torreira (4,5), entrambi incapaci di riconoscere il necessario filtro e travolti dalla manovra laziale.

Guardando agli altri componenti, spiccano due interisti: il centrocampista Candreva (5), autore dell'errore decisivo dal dischetto che avrebbe permesso almeno di evitare l'ennesimo tracollo nerazzurro, e l'attaccante Icardi (4), poco servito ma allo stesso modo poco utile alla squadra. Completano l'undici gli altri componenti del tridente: il fiorentino Kalinic (5), anche lui alle prese con un errore dagli undici metri contro il Sassuolo, e il bolognese Destro (5), decisamente sottotono rispetto alle ultime uscite. Di seguito la formazione schierata nel modulo 4-3-3 con annessa panchina.

Flop 11 della 35a giornata.

Modulo 4-3-3: Puggioni 4; Bereszynski 4, Dodò 4, Skriniar 4, Regini 4; Barreto 4,5, Torreira 4,5, Candreva 5; Icardi 4, Kalinic 5, Destro 5. Panchina: Mirante 5,5, Rodriguez 5, Pisacane 5, Acquah 5, Sturaro 5, Palladino 5, Sau 5.