Sono il nero e l'azzurro i colori dominanti della flop 11 della 31esima giornata di serie A. E non potrebbe essere diversamente dopo l'ennesima giornata negativa dell'Inter, sconfitta a Crotone dalla squadra di Nicola impegnata a risalire faticosamente la china dalla zona retrocessione. Una gara nata male e finita peggio con i tentativi di pareggio che si sono infranti contro il muro eretto dai calabresi dopo il doppio vantaggio firmato da Falcinelli. L'undici dei peggiori, pertanto, è composto per larga parte da uomini di Pioli.

Si comincia in difesa con Murillo (4), che ha risposto sul campo a quanti si chiedevano il motivo per il quale il tecnico interista continuasse a preferirgli Medel fuori posizione. A centrocampo quindi spazio per l'intero tris di trequartisti: Candreva (5), Perisic (5) e Banega (5), del tutto inoffensivi e assolutamente a corto di idee e suggerimenti per Icardi (4.5) che, inevitabilmente, completa il quadro interista. Ma restando al nerazzurro, c'è spazio anche per quello dell'Atalanta con Caldara (4.5) che sbaglia la sua prima partita da quando è stato promosso titolare da Gasperini.

Guardando agli altri componenti, tra i pali spicca la prestazione oltremodo negativa del genoano Rubinho (4), che insacca goffamente nella sua parte il 3-0 dell'Udinese; in difesa Gonzalez (4) e Rispoli (4) hanno un ruolo (sbagliato, naturalmente) nel 4-0 subito dal Palermo contro il Milan; a centrocampo Dzemaili (4.5) fa compagnia agli interisti, dopo il colpo a vuoto contro la Roma; l'attacco è completato dal fiorentino Ilicic (5). Di seguito la squadra schierata in campo con annessa panchina.

Flop 11 della 31esima giornata.

Modulo (4-4-2): Rubinho 4; Gonzalez 4, Rispoli 4, Murillo 4, Caldara 4.5; Dzemaili 4.5, Candreva 5, Perisic 5, Banega 5; Icardi 4.5, Ilicic 5. Panchina: Rafael 5, Ansaldi 4.5, Goldaniga 4.5, Verdi 5, Medel 5, Ragusa 5, Destro 5.